volley,-cbf-in-paradiso:-storica-promozione-in-a1-femminile

Volley, Cbf in paradiso: storica promozione in A1 femminile

Sogno che le ragazze della Cbf Balducci hanno tramutato in realtà per un palas strapieno di tifo: le maceratesi sono promosse nell’A1 di volley femminile.

La partita non delude le aspettative. La tensione è palpabile, perché la posta in palio è troppo alta e ciò potrebbe spiegare il ritmo del match che fa registrare un andamento particolare come dimostrano i parziali. Primo set combattutissimo, come nelle previsioni, con 29 minuti all’insegna delle emozioni. Le squadre lottano punto su punto. La Cbf Balducci parte bene, quando Malik mette a segna il punto del 13-10, ma Mondovì riesce a pareggiare (17-17) e ad allungare (17-20). Fiesoli interrompe il momento positivo delle piemontesi (18-20) e segna il punto della parità (20-20). La gara procede in modo serrato fino a quando una battuta sbagliata e un attacco fuori del Mondovì segnano i due punti della vittoria del set delle maceratesi (28-26). Si riparte. La prima fase è sempre all’insegna dell’equilibrio, poi Mondovì allunga (8-13) e la Cbf Balducci non riesce a rientrare in partita: le avversarie piano piano prendono il largo. Coach Paniconi nel frattempo prova a cambiare le carte in tavola inserendo Peretti, Stroppa, Ghezzi e Martinelli. La Taborelli di forza chiude il set (15-25) con un attacco potente. La partita torna in parità dopo un set dominato dalle piemontesi. Nel terzo set la parità dura poco (4-4), perché le maceratesi allungano il passo e l’ace di Ricci porta a 4 il vantaggio delle locali (10-6). Mano a mano il divario si allunga (18-9). Il set è nelle mani della Cbf Balducci, che non se lo lascia scappare. In questo parziale le statistiche sono tutte favorevoli alla squadra di Paniconi. Squadre in campo per il quarto set. Mondovì ha ricaricato le pile e preme sull’acceleratore per pareggiare i conti. Il muro di Trevisan porta Mondovì sul 4-1. Le maceratesi accusano il colpo e non riescono a ricucire lo strappo, le avversarie allungano il passo (5-13). La Cbf Balducci non riesce a rimettere in discussione il set, sempre più in mano delle ospiti, che lo chiudono con un tocco d’astuzia di Cumino (15-25). Si riparte per il set decisivo. Regna l’equilibrio quando Mondovì prova a scappare con l’ace di Trevisan (6-7), ma la Cbf Balducci non molla e con Pizzolato pareggia (8-8), poi Cosi e Malik vanno a segno (11-8), è il break decisivo. Le maceratesi hanno in mano la partita: Malik mette a terra il pallone del 15-12, è quello che vale l’A1.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.