La Polizia di Stato della Provincia di Ancona, nella settimana dedicata al contrasto alla violenza di genere, ribadisce la necessità della donna, di reagire contro ogni contro ogni abuso ed aggressione.

Dal primo gennaio 2022 ad oggi sono stati 21 gli Ammonimenti emessi dal questore di Ancona Cesare Capocasa su istruttoria della Divisione Anticrimine, volti a scongiurare il reiterarsi di condotte di violenza o sopruso, a tutela di donne molestate e perseguitate.

L’Ammonimento del questore rappresenta lo strumento di deterrenza più adatto per contrastare queste condotte prima che assumano il livello di lesione ed effettiva compromissione del bene giuridico della libertà personale. Su 7.500 uomini ammoniti a livello nazionale dal 2020 ad oggi, uno solo si è resi responsabile di femminicidio.

Lo strumento dell’Ammonimento del Questore, sia per stalking che per violenza domestica, è “preziosissimo per contrastare recidive e reati gravi” viene sottolineato in una nota della Questura. .Di seguito all’applicazione della misura dell’ammonimento, all’aggressore viene intimato di astenersi da qualunque forma di interferenza nella vita della vittima, pena il deferimento all’autorità giudiziaria nella forma aggravata del reato e la procedibilità d’ufficio.

“Alle donne va riconosciuto rispetto sempre – il commento del questore Capocasa -. Non vi sono giustificazioni ad ingerirsi nella vita altrui, a limitare la libertà di alcun individuo, fosse anche perché nei suoi confronti si provano sentimenti. Come recita la campagna permanente della Polizia di Stato : “Questo non è amore”.