Vaccini bluff, ipotesi class action dei pazienti truffati

vaccini-bluff,-ipotesi-class-action-dei-pazienti-truffati

Proseguono le indagini sul medico di Falconara

 

Erano aumentati già pochi giorni dopo, i pazienti ai quali il medico di famiglia falconarese Sergio Costantini, avrebbe inoculato acqua al posto del vaccino anti Covid. Dai 30 iniziali, ora i pazienti che hanno chiamato in questura sarebbero almeno una novantina. L’ipotesi è che le vittime possano dar vita a una class action, in vista di un futuro e ipotetico processo. Non appena uscita la notizia delle indagini portate avanti dagli uomini della Squadra Mobile, ad alcuni  mutuati del medico era sorto il dubbio di aver ricevuto un vaccino fake e si erano rivolti agli agenti della questura. Tutte le segnalazioni sono state prese in carico per valutarne la veridicità e, nel caso, aumentare il numero delle parti offese che avrebbero avuto a che fare con Costantini.  La stessa Asur sì è attivata fin da subito per chiamare nei centri vaccinali quelle persone che, con certezza stando ai riscontri investigativi, non hanno in realtà ricevuto la dose di vaccino decantata. Secondo il sospetto degli inquirenti, le dosi di cui disponeva il medico non sarebbero mai bastate a vaccinare il numero di persone interfacciato con il medico per ricevere la presunta inoculazione. Tra le prime persone realmente vaccinate, ci sono 2 coniugi mutuati di Costantini. I due, seguiti dall’avvocato Laura Versace, hanno raccontato agli inquirenti di essere stati vaccinati dal medico a fine marzo con Pfizer. Nel documento rilasciato per l’avvenuta somministrazione sarebbe però mancato il codice della fiala usata. La coppia è stata chiamata dall’Asur per ricevere un ‘vero’ vaccino al centro Leopardi a fine aprile. Nell’ultimo fine settimana, la polizia ha iniziato a convocare tutti i pazienti del professionista falconarese che hanno il dubbio di essere stati vaccinati così come gli era stato riferito dal medico.
Le indagini stanno procedendo con l’ascolto di nuovi pazienti da parte degli investigatori, e per capire anche la reale fine delle dosi di vaccino di cui disponeva il medico e che non si sa se a chi siano state inoculate. Costantini è indagato per lesioni personali e falso.

(Redazione CA)

Vaccini bluff, i pazienti in questura: «Anche io ho ricevuto la dose, e ora?»

Medico indagato, sospesa la sua attività al centro vaccinale

Vaccini bluff, si difende il medico: «Nulla di vero nelle accuse, mai fatto torto ai miei pazienti»