suicidio-assistito,-scatta-la-raccolta-fondi-per-mario:-«16mila-euro-in-poche-ore»

Suicidio assistito, scatta la raccolta fondi per Mario: «16mila euro in poche ore»

La raccolta fondi lanciata ieri dall’associazione Luca Coscioni per aiutare “Mario”, 44enne marchigiano tetraplegico da 12 anni per un incidente stradale,  ha raggiunto oggi i 16mila euro, il triplo della cifra necessaria di partenza. Mario grazie alle donazioni ora ha tutto il necessario per poter dar seguito alle proprie volontà. Era stata proprio l’associazione ieri a lanciare una raccolta fondi: «In assenza di una legge  lo Stato italiano non si fa carico dei costi dell’assistenza al suicidio assistito. Non eroga il farmaco, non fornisce la strumentazione idonea, non fornisce il medico: per poter finalmente scegliere sulla propria vita, “Mario” deve sostenere una spesa di circa 5.000 euro in apparecchiature e farmaci. In particolare, c’è bisogno di uno strumento infusionale che costa 4.147,50 euro». Mario, stando al comitato etico delle Marche, ha tutti i requisiti per poter procedere al suicidio assistito.  «Le donazioni continuano ad aumentare ringraziamo anche noi tutti coloro stanno contribuendo: ogni risorsa aggiuntiva sarà utilizzata per le altre iniziative volte a promuovere l’eutanasia legale e il rispetto dei diritti sul fine vita in Italia, comprese le necessità di tutti i casi futuri che chiederanno il supporto dell’associazione Luca Coscioni e del suo team dei legali» hanno dichiarato Marco Cappato e Filomena Gallo, rispettivamente tesoriere e segretario nazionale dell’associazione Luca Coscioni.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.