stop-ai-cantieri-in-a14:-si-parte-col-ponte-del-2-giugno,-poi-interruzioni-per-tutta-l’estate

Stop ai cantieri in A14: si parte col ponte del 2 giugno, poi interruzioni per tutta l’estate

Il post di Francesco Acquaroli

 

 

di Giorgio Fedeli

 

Stop ai cantieri in A14: si parte con il ponte del 2 giugno. E poi via per tutta l’estate. A ricordare quanto deciso dalla Regione di comune accordo con società Autostrade e Aspi, è stato il governatore Francesco Acquaroli con un post su Facebook. Una semplice notifica di quanto stipulato, senza commenti o auspici: «Ricordo le date di stop ai cantieri lungo il tratto sud della A14, per l’intero periodo estivo» ossia primo stop dal 2 al 6 giugno. E poi stop prolungato dal 24 giugno al 6 settembre. Una decisione che tutti sperano possa avere degli effetti positivi sul traffico autostradale per il periodo estivo durante il quale il transito di vetture subisce una notevole impennata, soprattutto nei week end, e in particolar modo nel tratto fermano-ascolano che, tra lavori sulla sede autostradale, sulle gallerie, e il restringimento da tre a due corsie da Porto Sant’Elpidio direzione sud (sulla terza corsia non emergono particolari novità, ndr), da tempo è diventato l’imbuto della rete autostradale adriatica. Gli incidenti da mesi ormai non si contano più. Si tratta soprattutto di tamponamenti causati dalle disattenzioni degli automobilisti, questo certamente, costretti però a code e rallentamenti. I lavori interessano, infatti, le gallerie di Porto San Giorgio, Pedaso (queste nel tratto fermano) ma anche la San Basso, la Castello (dove nel 2018 si è verificato anche un incendio che ne ha provocato la paralisi), la San Cipriano, la Cupra Marittima e la Acqua Rossa nell’Ascolano.

 

I cantieri sono lì ormai dall’aprile del 2021. A incidere sulla fluidità della circolazione anche i sequestri nel 2019 dei viadotti con i guard-rail finiti nel mirino della Procura di Avellino. Ecco quindi che, dopo mesi e mesi di code, si è arrivati alla decisione di stoppare i lavori con un ‘antipasto’ proprio da domani al 6 giugno. Quasi un banco di prova per testare la scelta dell’interruzione dei ‘men at work’, un mantra ormai costante nei cartelloni luminosi dell’A14. E tutti sperano di poter cogliere i frutti della scelta già nelle prossime settimane. Sì perché i rallentamenti in A14 provocano inevitabili disagi anche sulla rete stradale dei Comuni sulla costa, a partire dagli intasamenti lungo la statale Adriatica, con ripercussioni anche sulle strade e vie secondarie che spesso coincidono con feste, iniziative e, più in generale, con l’incremento del traffico urbano legato all’arrivo di turisti e visitatori. Insomma un effetto domino a dir poco impattante anche su turismo e ambiente che in passato, tanto per fare un esempio, ha visto i Comuni a richiedere addirittura l’intervento della Protezione civile per consegnare bottigliette d’acqua agli automobilisti incolonnati sulla ss16 sotto il sole rovente.

 

Ora dunque non resta che valutare concretamente l’interruzione dei cantieri in attesa di una qualche novità, concreta, sulle decisioni legate all’ampliamento dell’A14 nel tratto da Porto Sant’Elpidio direzione sud o di un eventuale arretramento dell’autostrada. Sul fronte macro-interventi, infatti, siamo fermi al convegno dell’11 maggio scorso quando, a San Benedetto, la Regione, con l’assessore Baldelli, ha parlato di sì di «stop ai cantieri durante ponti festivi e periodi estivi, nuovi caselli, parcheggi scambiatori» ma anche della «realizzazione della terza corsia marchigiana tra Porto Sant’Elpidio e San Benedetto che viene recuperata nei Piani strategici di “Autostrade”. E da settembre? Sempre restando a quanto emerso da quell’incontro di maggio i tratti marchigiani e abruzzesi della A14 saranno interessati principalmente da una nuova fase di interventi che riguarderanno in particolar modo l’ammodernamento delle barriere di sicurezza dei viadotti. Le attività proseguiranno fino al mese di gennaio, prevedendo, a tutela di una più efficiente percorribilità del tratto, delle interruzioni in occasione delle principali festività, in particolare: il ponte di Ognissanti (stop dalla mattina del 28 ottobre fino alla sera del 2 novembre), il ponte dell’Immacolata (stop dalla mattina del 7 dicembre fino alla sera del 22 dicembre) e per l’intera durata delle festività natalizie (23 dicembre-9 gennaio 2023).

 

Il convegno dell’11 maggio a San Benedetto

“Autostrade per l’Italia” incontra Marche e Abruzzo per condividere il programma delle attività in A14

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.