sospeso-sul-ponte-di-collemarino:-«sono-solo-e-voglio-farla-finita»-i-poliziotti-lo-ascoltano-e-lo-salvano-–-cronache-ancona

Sospeso sul ponte di Collemarino: «Sono solo e voglio farla finita» I poliziotti lo ascoltano e lo salvano – Cronache Ancona

ANCONA – La Squadra Volanti è intervenuta intorno a mezzogiorno sull’infrastruttura in legno dove l’uomo vicino al parapetto e in stato di forte agitazione minacciava di gettarsi. Dopo avergli parlato a lungo, gli agenti si sono avvicinati e l’hanno convinto a desistere. E’ stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette per un consulto specialistico

Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Tenta di togliersi la vita sul ponte di Collemarino, la Squadra Volanti lo salva, ascoltandolo e convincendolo a desistere. E’ successo questa mattina verso mezzogiorno ad Ancona. I poliziotti sono intervenuti a Collemarino in quanto sul ponte di legno era stata segnalata la presenza di una persona che manifestava intenti suicidi. Durante le fasi dell’intervento, prima dell’arrivo delle Volanti sul posto, gli operatori in servizio presso la Sala Operativa riuscivano con una delicata attività di mediazione a mantenere costantemente il contatto telefonico con la persona, tanto da riuscire a distrarla, se non addirittura a persuaderla dal compiere l’insano gesto. Contemporaneamente via radio gli equipaggi venivano aggiornati sull’evolversi della situazione.

Giunti sul posto, gli operatori rintracciavano l’uomo che si trovava nella parte finale del ponte vicino al parapetto che evidenziava un forte stato di agitazione con movimenti tali da far presagire un possibile lancio nel vuoto. Motivi inducevano gli operatori ad avvicinarsi a lui con estrema cautela cercando contestualmente, da subito, di instaurare un rapporto empatico e di fiducia. Attività permetteva agli agenti di avvicinarsi all’uomo e, una volta vicini, di impedirgli definitivamente di commettere eventuali gesti improvvisi.

Gli agenti ascoltavano attivamente i suoi racconti e i suoi sfoghi, durante il quale dichiarava di non riuscire più a vivere perché solo, e nel frattempo riuscivano a condurlo sino alla strada. Considerate le dichiarazioni fatte dall’uomo, dopo averlo riportato alla calma, si richiedeva l’intervento di personale medico del 118 che, giunto sul posto, ne riteneva opportuno il trasporto presso il pronto soccorso dell’ospedale di Torrette per un consulto specialistico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.