ritorno-a-scuola-per-8013-studenti-ad-ancona.-mancinelli-su-razionamenti-energetici:-«non-e-sulle-scuole-il-primo-ragionamento»-–-centropagina

Ritorno a scuola per 8.013 studenti ad Ancona. Mancinelli su razionamenti energetici: «Non è sulle scuole il primo ragionamento» – CentroPagina

ANCONA – Torna il servizio mensa nelle scuole anconetane dove sono confermati tutti servizi presenti l’anno scolastico precedente, tariffe per le famiglie invariate per mense, scuolabus e nidi, mentre in queste ultime strutture (i nidi) sono previste 14 nuove assunzioni. È ormai conto alla rovescia nelle scuole che dal 14 settembre riapriranno le porte agli studenti.

Ad Ancona a tornare sui banchi di scuola negli 8 istituti comprensivi saranno in 8.013 tra bambini e ragazzi (8.251 lo scorso anno e 8.485 nel 2020/2021)  a cui si aggiungono 521 bambini iscritti nei nidi. Cala anche ad Ancona, come in altre città italiane, il numero degli studenti iscritti alle 387 classi. Gli alunni di origine straniera saranno 1.710 contro i 1.661 dello scorso anno, un dato in incremento rispetto al passato del 21,34% (+49 unità).

Con la questione energetica che tiene banco a causa dei rincari per l’energia elettrica e il riscaldamento, la sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli, ha spiegato che «dovendo pensare ad ulteriori interventi per il risparmio energetico, cosa che stiamo facendo, compresi gli investimenti, i cui effetti però li avremo nel tempo», per l’inverno 2022 «è evidente che qualche accorgimento ulteriore può essere pensato, fuori dagli interventi sugli impianti di efficientamento energetico, oltre quelli, però bisognerà ragionarci concretamente».

La sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli

Mancinelli ha aggiunto che «una modulazione forse un po’ diversa anche del sistema riscaldamento, non solo nelle scuole, ma in generale, anche negli edifici pubblici e via di seguito, è una delle cose sulle quali si ragionerà», ma ha anche precisato che «non ci sono decisioni prese in questo senso» e che «non è sulle scuole il primo ragionamento», quanto piuttosto «sugli uffici comunali, sui mercati, sugli impianti sportivi» tanto che proprio «con i gestori degli impianti sportivi abbiamo un incontro domani, per fare il punto della situazione, ma mentre lì siamo in fase di ragionamento operativo, per quanto riguarda le scuole, attendiamo linee guida di carattere nazionale».

Facendo il punto sugli interventi «per la riqualificazione edilizia delle scuole – ha spiegato -abbiamo investito in questi ultimi anni circa 20milioni di euro. Nei prossimi due anni, anche grazie ai fondi PNRR, ci sono lavori in corso per altri 10milioni di euro circa, già appaltati, e abbiamo avuto finanziamenti anche dal PNRR per altri milioni di euro». sempre «per l’edilizia scolastica».

L’aumento della bolletta energetica, ha aggiunto la sindaca «incide sul bilancio del Comune di Ancona per circa 3milioni di euro all’anno» sulla «spesa corrente», «circa 3milioni di euro in più ad oggi». «Non si possono fare i mutui per pagare le bollette – ha concluso -, non lo possono fare le famiglie e non lo può fare nemmeno il Comune».

Grazie ai fondi PNRR si aggiungeranno quasi altri 6 milioni, ha puntualizzato, aggiungendo «continuiamo al contempo a lavorare sull’efficientamento energetico, che non riguarda soltanto le scuole ma tutte le strutture comunali, ma che dalle scuole ha preso avvio in passato con due esempi virtuosi con la costruzione delle nuove Socciarelli e delle nuove Mercantini, edifici scolastici con tecnologia avanzata sul piano energetico».

Marco Ugo Filisetti, direttore dell’Ufficio Scolastico regionale

Il direttore dell’Ufficio Scolastico regionale, Marco Ugo Filisetti, ha spiegato che nel Comune di Ancona «non abbiamo registrato una forte riduzione della popolazione scolastica come invece avvenuto in altre realtà delle Marche, ma invece abbiamo notato un incremento del 22% di popolazione scolastica con disabilità e per questo stiamo lavorando per rendere disponibile il personale necessario per garantire servizi adeguati all’utenza». Inoltre, Filisetti, ha annunciato l’assunzione di 500 unità di personale Ata che saranno in servizio già da domani mattina.

Nel territorio comunale le scuole di infanzia sono 29 con un totale di 1.835 bambini (1.929 lo scorso anno contro i 2.010 alunni del 2020/2021) per le attuali 85 sezioni; le scuole primarie sono 21 per 3.692 (contro i 3.787 studenti dello scorso anno) e 191 classi; le scuole secondarie di primo grado – medie –  vedono 11 scuole con 2.486 studenti ( contro i 2.508 studenti dello scorso anno) suddivisi in 111 classi ripartite in 11 scuole.

Sul fronte dell’edilizia scolastica sono in corso lavori di manutenzione straordinaria in diversi edifici scolastici e con fine lavori entro l’inizio dell’anno scolastico come per la Scuola Primaria “Maggini”, Scuola dell’infanzia “Alba Serena” , edificio “Ex Ferrucci” e scuole “Pascoli”, scuole “Fermi” e “Levi-La Giostra”, oltre all’adeguamento alle norme per illuminazione di sicurezza e sostituzione maniglioni anti panico su vari edifici scolastici.

A questi si aggiungono i lavori di rinforzo strutturale per la scuola Primaria “Collodi”, di adeguamento sismico ed efficientamento energetico della scuola dell’infanzia “G. Garibaldi” in via Torrioni; lavori di adeguamento sismico ed efficientamento energetico della scuola “De Amicis”; lavori di adeguamento sismico della scuola primaria “Carlo Antognini”; lavori di adeguamento sismico del complesso scolastico “Domenico Savio”.

A ciò si assommano gli edifici scolastici per i quali sono in corso la progettazione degli interventi come la Scuola dell’infanzia Anna Freud e scuola secondaria di 1°grado Pascoli, la secondaria di 1°grado Donatello; la scuola secondaria di 1°grado Marconi; la scuola primaria Collodi con la progettazione della manutenzione straordinaria della copertura.

Inoltre, ci sono edifici scolastici in graduatoria con riserva bandi PNRR come il Piano per asili nido e scuole dell’infanzia e servizi di educazione e cura per la prima infanzia, per 5 edifici scolastici, di cui 3 risultano in graduatoria con riserva, come la scuola dell’infanzia Sabin; la scuola dell’infanzia Alba Serena e demolizione e ricostruzione dell’asilo nido Agrodolce. Il Comune ha fatto richiesta di finanziamento anche al bando PNRR – Missione 4 per poter attuare un Piano di estensione del tempo pieno e mense, per 2 mense.

L’assessore Paolo Manarini

L’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Manarini, ha spiegato che gli investimenti per l’edilizia scolastica ammontano a 16 milioni 435 mila euro, dei quali 10 milioni e 494 mila in corso mentre quelli in attesa di conferma da parte del PNRR sono 5 milioni e 941mila euro.

Sul fronte delle manutenzioni ordinaria, gli interventi hanno spaziato negli edifici scolastici degli istituti comprensivi del Comune di Ancona con i fondi destinati all’Accordo Quadro 2021/2022 nel corso dell’anno scolastico 2021/2022 presso gli immobili che ospitano Scuole dell’Infanzia, Scuole Primarie e Scuole Secondarie di I° Grado del complessivo degli Istituti Comprensivi del Comune di Ancona.

I lavori, affidati alle ditte aggiudicatarie dei lotti dell’accordo quadro, si sono concentrati maggiormente nei giorni di sospensione per le festività, il pomeriggio ed i giorni festivi e prefestivi quando si è reso necessario intervenire all’interno degli immobili e spostandosi all’esterno con le lavorazioni durante l’orario della didattica. Con la collaborazione delle imprese si è cercato di arrecare meno disturbo possibile agli alunni, al personale docente ed amministrativo cercando di venire incontro, fin dove possibile, alle loro richieste e necessità.

L’assessore Stefano Foresi

L’assessore alle Manutenzioni Stefano Foresi, ha spiegato che gli interventi descritti rappresentano i lavori più importanti e consistenti realizzati negli ultimi mesi, ai quali si aggiungono gli interventi minori, ma spesso fondamentali per il corretto svolgimento della didattica e ai quali teniamo particolarmente proprio per venire incontro a tutte le esigenze manifestate dagli operatori del mondo della scuola.

I nidi

Giovedì 8 settembre 2022 riapriranno i servizi comunali per la prima infanzia per l’anno educativo 2022/2023. Dall’8 settembre al 13 settembre le educatrici si dedicheranno al ri-ambientamento dei bambini già frequentanti, dal 14 settembre inizieranno gli ambientamenti dei bambini nuovi iscritti. Dall’8 settembre al 16 settembre 2022 tutti i servizi funzioneranno fino alle ore 14.30. A partire dal 19 settembre nei servizi dove previsto, verrà introdotto l’orario di funzionamento pomeridiano (fino alle ore 16.00, o 16.30 o 17.30).

Nel Comune di Ancona funzioneranno per l’anno educativo 2022/2023 i seguenti servizi, rivolti alla fascia 3 mesi – 3 anni, per un totale di 521  bambini con la distinzione dell’offerta educativa secondo le diverse necessità organizzative delle famiglie: 13 Nidi di Infanzia con una ricettività di 501 bambini; 1 Sezione Primavera L’Isola di Elinor” per bambini dai 24 ai 36 mesi e con ricettività di 20 posti; 1 spazio per adulti e bambini “Il Tempo per le famiglie rivolto a coppie di bambini con un adulto accompagnatore.

L’assessore Tiziana Borini

«A seguito dell’uscita della graduatoria concorsuale, per l’anno educativo 2022-2023 – ha detto l’assessore alle Politiche Educative Tiziana Borini – il Comune assumerà 14 educatrici prima infanzia da destinare ai servizi educativi comunali a gestione diretta e precisamente 2 educatrici part-time con contratto a tempo indeterminato, 2 educatrici a tempo pieno con contratto a tempo determinato, 10 educatrici part-time con contratto a tempo determinato».

Sul fronte dell’assistenza educativa, anche l’Assessorato ai Servizi Sociali è in campo per garantire un adeguato supporto per il diritto allo studio degli studenti con disabilità attraverso il Servizio di Assistenza per l’Autonomia e la Comunicazione che si realizza sia in ambito scolastico che in quello domiciliare. L’assistenza scolastica riguarderà in totale 195 alunni con disabilità di cui 20 nuove richieste e 175 rinnovi. Lo stanziamento annuale per il servizio di assistenza per autonomia e comunicazione a scuola  sarà pari a 1.126.774 euro. Lo stanziamento annuale per il servizio di assistenza per autonomia e comunicazione a casa, nel 2021/2022 è stato di 512.746 euro.

Emma Capogrossi

«C’è un forte impegno da parte dell’Amministrazione per garantire il pieno diritto allo studio a studenti con disabilità –ha detto l’assessore alle Politiche Sociali Emma Capogrossi – . Il dato degli studenti con questi bisogni è pressoché stabile rispetto allo scorso anno, nonostante nuove richieste. Siamo consapevoli che dobbiamo mettere in campo più risorse possibili perché l’integrazione scolastica, che riveste un ruolo fondamentale nel percorso di crescita per gli studenti con disabilità, possa realizzarsi positivamente sul piano didattico, formativo e relazionale». 

Il servizio di ristorazione scolastica sarà fornito a tutte le scuole a tempo pieno, a tutte le scuole d’infanzia e, ove possibile,  alle scuole a tempo normale che faranno richiesta del tempo prolungato. Considerato il termine dell’emergenza sanitaria e le ultime note ministeriali l’Amministrazione Comunale sta predisponendo la riapertura delle iscrizioni alla mensa scolastica per il tempo prolungato, che avverrà nel periodo compreso tra il primo e il cinque settembre. Nel frattempo le iscrizioni già pervenute sono circa 3.500 (scuole d’infanzia e scuole primarie a tempo pieno). Lo scorso erano state per lo stesso periodo presentate circa 3.000 domande.

La preparazione dei pasti sarà effettuata nei centri cottura in parte a gestione diretta con personale dipendente e in parte gestiti dalla ditta Dussmann Service. L’Amministrazione comunale ha stabilito l’inizio della mensa scolastica il 19 settembre. Gli Istituti Comprensivi potranno posticipare tale data se lo riterranno opportuno e in particolare, se non avranno a disposizione l’organico del personale necessario per la sorveglianza.

Il servizio di trasporto scolastico inizierà con il primo giorno di scuola, il 14 settembre,  e interesserà 587 studenti.  Il viaggio di andata partirà dal primo giorno di scuola, mentre i viaggi di ritorno saranno garantiti solo ed esclusivamente quando le scuole fisseranno l’orario definitivo annuale di uscita dalle lezioni dal momento che diversi mezzi servono più plessi scolastici. L’Amministrazione mette a disposizione 18 mezzi con 18 autisti quotidianamente.

Dalle ore 8,00 del 1 settembre alle ore 24,00 dell’8 settembre saranno riaperte le iscrizioni per il Servizio di Trasporto Scolastico per gli studenti delle scuola dell’obbligo per l’anno scolastico 2022/2023. La riapertura riguarda esclusivamente le linee già attive e che hanno ancora posti disponibili. Per conoscere le linee ed i percorsi è possibile consultare l’apposito Stradario disponibile sul sito del Comune di Ancona. La modalità di iscrizione sarà esclusivamente On-Line tramite la piattaforma Entranext. Per effettuare l’iscrizione sarà necessario accedere al seguente link https://portale-ancona.entranext.it/Home/Index.

Sul fronte dei dirigenti scolastici, n tre mantengono il posto (Cionchetti, Cipolla, Del Monte), 1 nuovo dirigente proviene da altro Comune della provincia (Mazzocchi), uno da fuori Regione (Marchetti), mentre una direttrice è neo immessa in ruolo dal 01/09/2022 (Bagnulo). Due scuole sono affidate in reggenza al direttore titolare presso scuole secondarie di II grado della Città di Ancona (Baione e Rucci).

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.