“prima-d'ogni-altro-amore”-va-in-scena-al-teatro-cortesi-–-cronache-ancona

“Prima d'ogni altro amore” va in scena al teatro Cortesi – Cronache Ancona

SIROLO – Questa sera è in programma il primo appuntamento culturale della XVIII edizione del Premio Nazionale Franco Enriquez

Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Da stasera, 28 agosto al 30, nell’ambito della XVIII edizione del Premio Nazionale Franco Enriquez, al Teatro Cortesi di Sirolo sono in programma tre appuntamenti di teatro, musica e critica letteraria. Il primo, questa sera alle ore 21,30, “Prima d’ogni altro amore” – Callas Pasolini di Sergio Casesi, regia di Alberto Oliva. In scena Gea Rambelli e Stefano Tosoni per ricordare il centenario di due figure importanti della cultura italiana: Pier Paolo Pasolini e Maria Callas. Il drammaturgo ha dato vita a una messa in scena di grande intensità dove l’incontro tra il reale e ideale si fondono nei dialoghi tra la Callas e Pasolini. I suoi lavori teatrali e di musica sono stati pluripremiati dalla critica, ma lo scrittore e regista ha raccolto il plauso del pubblico in diversi teatri italiani. I due protagonisti sono costretti a rimanere distanti, perciò, decidono di inviarsi delle lettere e di telefonarsi e lasciare dei messaggi in segreteria. Entrambi mostrano qualcosa di più di sé ogni volta che si cercano. Il dialogo tra i due protagonisti scivola fino alla confessione, mentre la parola diventa rifugio e salvezza.

Lunedì 29 agosto, alle ore 21.30, “Far finta di essere Sani” di Giorgio Gaber e Sandro Luporini adattamento e regia: Emilio Russo, con Andrea Mirò, Enrico Ballardini e i Musica da Ripostiglio, costumi: Pamela Aicardi, luci: Andrea Violato, produzione: Tieffe Teatro Milano/ Viola. Il progetto è stato sostenuto da Next – Laboratorio delle Idee spettacolo vincitore del Premio Franco Enriquez 2022. In “Far finta di essere sani” segue il filo rosso di canzoni e monologhi in cui la tematica dell’incertezza è forte. La quale crea una possibilità di creare qualcosa di nuova anche oggi.

Invece, il 30 agosto, serata conclusiva del premio, si incomincerà, alle 18,30 al Belvedere di Sirolo con la presentazione del volume La Locandiera nella messa in scena di Franco Enriquez, a cura di Pietro Corvi, che sarà introdotto dal prof. Andrea Bisicchia. Al termine della serata, premiazione ufficiale con l’assegnazione del prestigioso riconoscimento Franco Enriquez a: Carmelo Bene alla memoria nel ventennale della scomparsa, Paolo Graziosi alla memoria, Sergio Casesi premio per la drammaturgia, Massimo Dapporto alla carriera, Elena Lietti miglior attrice, Giuseppe Argirò alla regia, Rino Bizzarro per la direzione artistica di Puglia teatro, Matteo Belli miglior attore e mimo, Francesco Scarabicchi sezione poesia e letteratura, miglior opera letteraria la sua raccolta postuma “La figlia che non piange”, Enrico Ballardini, Andrea Mirò, Emilio Russo miglior interpreti e miglior regia teatro canzone per lo spettacolo di Giorgio Gaber e Sandro Luporini “Far finta di essere sani” proposta del Teatro Menotti di Milano, Css Teatro Stabile del FVG miglior programmazione teatrale, Filippo Nigro e Fabrizio Arcuri miglior attore e regia per lo spettacolo “Le cose per cui vale la pena di vivere”, Daniele Biacchessi, Massimo Priviero, Marino Severini per l’impegno civile attraverso un percorso della memoria in prosa e in musica, Lorenzo Sant’Angelo per la migliore proposta d’autore con il Brano L’arancio (info: teatro Cortesi tel. 071.9330952 – ore 18 – 23 oppure www.enriquezlab.org).

‘Con Enriquez per un nuovo rinascimento’: sarà ricca di sorprese l’edizione 2022 del Premio nazionale di Sirolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.