pesaro

Per “ll filo di Arianna” è un’espressione che rinvia immediatamente al mito greco di Minosse e del Labirinto. È il filo che servì a Teseo per trovare l’uscita dal labirinto di Minosse dopo aver ucciso il Minotauro. Oggi utilizziamo questa espressione per indicare la necessità di trovare strumenti e occasioni per uscire da una situazione particolarmente complicata.

“Il filo di Arianna” ci accompagnerà simbolicamente nel percorso (teorico/pratico) di pedagogia teatrale in carcere che proporremo a Pesaro per 5 giornate intensive di lavoro, dal 18 al 22 ottobre 2022: al centro, tema/ stimolo, proprio il labirinto del mito, più volte rielaborato da scrittori, studiosi, artisti.

Il seminario sarà curato da tre registi, maestri/guida da anni specializzati nelle diverse forme di teatro carcere

Saranno giorni dedicati interamente ad approfondire le tecniche espressive ma anche i metodi laboratoriali attraverso i quali si possa sperimentare una corretta relazione (pedagogica, artistica e umana) con un gruppo di detenuti interessati a praticare un’esperienza teatrale.

Per questa ragione il seminario si rivolge a persone (max 12 presenze) che già operano o che vorrebbero operare professionalmente in tali contesti.

Tutto il lavoro, in collaborazione con il Teatro Universitario Aenigma attivo da 20 anni nella Casa Circondariale di Pesaro, sarà realizzato alternando sedute laboratoriali dentro e fuori dall’istituto penitenziario, attraverso un continuo percorso di ANDATA e RITORNO.

Si prevede la creazione di una breve performance finale che veda riuniti i due gruppi coinvolti ed abbia il valore di restituzione dell’esperienza nell’ambito della XXIII edizione del Convegno Internazionale “I teatri delle diversità” (22-23 ottobre 2022).

Per saperne di più, per assistere allo spettacolo e per partecipare al seminario o chiedere di partecipare alla formazione, vai sul sito di Teatro Aenigma.  www.teatroaenigma.it