nottenera-in-tour,-il-festival-diventa-itinerante

NotteNera in tour, il festival diventa itinerante

 

Per la sua 16esima edizione, NotteNera inaugura una sua versione inedita che la vede in tour: sarà ospite a Cupramontana con una due giorni di programmazione dedicata alle famiglie e ai più piccoli. «Da sempre immaginiamo un lavoro assieme, di vallata e di rete tra i borghi e i Comuni che caratterizzano il nostro territorio: siamo felicissimi che si sia materializzata questa importante occasione». Queste le parole in una nota di Sabrina Maggiori, direttrice artistica del progetto culturale e festival NotteNera, che per la prima volta esce dal borgo di Serra de’ Conti, grazie ad una progettualità condivisa, per incontrare un altro territorio e un’altra comunità con una vera e propria tappa festivaliera. L’11 e il 12 agosto sarà infatti ospite del Comune di Cupramontana e del suo Assessorato alla Cultura, con una programmazione dedicata alle famiglie e ai più piccoli. «Siamo molto felici di questa collaborazione – spiega Maddalena Mennechella, assessora alla Cultura di Cupramontana -. I piccoli comuni devono avere il coraggio di mettersi in rete e consideriamo NotteNera da anni uno dei festival più importanti della regione dal punto di vista della qualità dell’offerta culturale. Speriamo che questi eventi a Cupramontana possano essere l’inizio di un bel percorso assieme».

Si inizia l’11 agosto, ore 19, nel giardino Mig – musei in grotta, con un appuntamento teatrale a cura della compagnia marchigiana Teatro Rebis. Voce del verbo alveare – piccolo dialogo fra la Natura e un’attrice curiosa, è uno spettacolo frutto di un lavoro nelle scuole: inserito nel percorso di ricerca attorno ad infanzia, arte e educazione non formale dell’autrice e attrice Meri Bracalente, si tratta di una riscrittura in forma scenica del progetto teatrale condotto insieme all’apicoltrice Silvia Amicucci, con i bambini della scuola primaria di Urbisaglia. Un viaggio alla scoperta delle api come animale comunitario, creatura di creature che, nella relazione di reciprocità coi fiori, svolge un ruolo fondamentale per il nostro ecosistema ma che è messa a rischio dalla irresponsabile e irrazionale condotta dell’uomo.

Alle ore 21.30, la piazza IV Novembre si farà una meravigliosa arena cinema per ospitare NottenerAnima, una rassegna di grandi piccoli film di animazione per una notte di incanto: a cura dell’esperto animatore ed educatore Roberto Paganelli (associazione Ottomani), con la complicità di Eugenia Gaglianone, la programmazione offre alla visione opere realizzate negli ultimi anni da autori di tutto il mondo, con tecniche artigianali (disegno, pupazzi, decoupage), con un’attenzione speciale per la sensibilità di bambini e famiglie. Si torna in piazza domenica 12 agosto, alle ore 21.30, con l’autore e illustratore Gek Tessaro. L’artista poliedrico, vincitore con il suo “Riflettiamoci” del Premio Andersen 2022 come Miglior Libro senza parole, sarà a Cupramontana con il Circo delle Nuvole: uno spettacolo di Teatro Disegnato che cattura lo sguardo e l’udito nella narrazione di racconti originali “animati” mediante l’utilizzo e la creazione live su lavagna luminosa. Così, davanti agli occhi di bimbi e adulti, si materializzano personaggi e scenografie bizzarre, divertenti e poetiche, costruzioni effimere che vivono, crescono e si spengono assieme alla narrazione. Il programma di NotteNera ‘22 non si chiude qui. A Serra de’ Conti, il 20 e il 21 agosto, alcuni speciali appuntamenti toccheranno, oltre al cinema d’animazione e il teatro, altri linguaggi creativi contemporanei, come la musica, le arti visive e le passeggiate esperienziali. NotteNera è sostenuta dal Comune di Cupramontana, dal Comune di Serra de’ Conti e dal main sponsor ​​Capitani Minuterie Metalliche srl, oltre che da più di 30 sponsor dal territorio serrano. È realizzata grazie ad un team di esperti e resa possibile da tanti volontari che dedicano il proprio tempo ed energie alla sua realizzazione.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.