montanaro-(regione-puglia):-“ecco-le-regole-per-stabilizzare-infermieri,-oss-e-professioni-sanitarie”.

Montanaro (Regione Puglia): “ecco le regole per stabilizzare Infermieri, OSS e Professioni Sanitarie”.

Il direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro, comunica ai direttori delle Aziende Sanitarie Locali e Ospedaliere le “Ulteriori indicazioni in materia di stabilizzazioni e proroghe contratti“, dopo l’incontro interregionale di ieri relativamente alla stabilizzazione con 18 mesi di lavoro durante la Pandemia Covid per il personale del Comparto, ovvero Infermieri, OSS, Professioni Sanitarie e altre figure professionali.

Ecco il testo del documento di Montanaro inviato ai Direttori Generali.

Si fa seguito alla riunione del Tavolo tecnico interregionale in materia di personale del Servizio Sanitario Regionale, tenutasi in data odierna, per fornire alcuni chiarimenti in merito ad alcuni aspetti: riconoscimento del requisiti per la stabilizzazione ex art. 1 co. 268 L. 234/2021: ai fini del computo dei 18 mesi, così come precisato dal documento 22/154/CR7a/C7, approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, può essere considerato soltanto il periodo di servizio maturato a seguito di sia stato assunto a tempo determinato con procedure concorsuali ivi incluse le selezioni di cui all’articolo 2-ter del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27. Per quanto attiene al requisito del reclutamento a tempo determinato con procedura concorsuale, si richiama quanto indicato dalla circolare n. 3/2017 del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione in relazione alle stabilizzazioni di cui all’articolo 20, comma 1, del D.Lgs. 75/2017, In relazione all’analogo requisito previsto alla lett. b): l’assunzione a tempo determinato deve essere avvenuta attingendo ad una graduatoria, a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura di concorso pubblico o avviso pubblico espletata secondo le previsioni della normativa concorsuale vigente o di altra fonte normativa. Tali procedure, per esami e/o titoli, possono essere state espletate da amministrazioni pubbliche diverse da quella che procede alla stabilizzazione.

La stabilizzazione deve essere disposta nello stesso profilo in cui è stata integralmente maturata l’anzianità di servizio prevista dalla norma,

proroga oltre il 31/12/2022 degli incarichi conferiti al medici specializzandi reclutati ai sensi degli artt. 2-bis e 2-ter del d.l. 18/2020 e del personale reclutato per emergenza Covid mediante procedure non selettive, si rimanda alle disposizioni dell’emanando Decreto Milleproroghe.

Si raccomanda una puntuale osservanza della presente disposizione.

Il caso dei 54 esclusi dell’ASL di Foggia.

Cosa diversa è per i 54 colleghi Infermieri dell’Asl di Foggia che pur avendo partecipato ad un Avviso Pubblico non si sono visti convertire il loro contratto di lavoro. Inizialmente erano stati assunti attraverso la Pubblica Disponibilità. I colleghi sarebbero stati già invitati a recarsi in azienda per firmare l’opportuna conciliazione.

Vedremo cosa accadrà!

Leggi anche:

Stabilizzazione 54 Infermieri Asl Foggia: verso la conciliazione?

Stabilizzazioni Infermieri Puglia: oggi si decide l’esito dei non idonei. Forse uno spiraglio.

______________________

AVVISO!

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a [email protected]
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Consigliati da AssoCareNews.it:

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *