macerata,-in-beneficenza-250-capi-di-abbigliamento-contraffatti-e-sequestrati-–-centropagina

Macerata, in beneficenza 250 capi di abbigliamento contraffatti e sequestrati – CentroPagina

MACERATA – Nel corso di un’iniziativa di solidarietà, i finanzieri del gruppo di Macerata hanno consegnato alla struttura Attività Caritatevoli della Delegazione Marche Sud dell’Ordine di Malta, circa 250 capi di abbigliamento confiscati, tra camicie, polo, t-shirt, giubbini e pantaloni, per la successiva devoluzione a persone bisognose del territorio. 

In particolare, gli articoli erano stati sottoposti a sequestro da parte delle Fiamme Gialle maceratesi nel giugno del 2017 nel corso di un’attività d’indagine finalizzata al contrasto della commercializzazione di prodotti contraffatti, in quanto recavano marchi e segni distintivi contraffatti dei noti brand, configurando, all’epoca dei fatti, il reato di commercio di prodotti con segni falsi. 

Divenuta definitiva la sentenza di condanna, i militari del Gruppo, in relazione al considerevole quantitativo di materiale in argomento, hanno chiesto all’Autorità Giudiziaria la possibilità di devolvere in beneficenza gli articoli a suo tempo sequestrati che altrimenti sarebbero stati consegnati in discarica e distrutti.

Il Tribunale di Macerata ha quindi concesso la devoluzione con apposito provvedimento, per cui le fiamme gialle nella mattinata odierna, martedì 20 settembre, nel corso di una simbolica cerimonia svoltasi nella caserma di viale Indipendenza, dopo aver rimosso tutti i segni distintivi dei marchi contraffatti, hanno consegnato i capi di abbigliamento al personale della Delegazione Marche Sud dell’Ordine di Malta che provvederà a distribuirli alle persone colpite dalla recente alluvione nelle zone della provincia di Ancona.

«L’iniziativa della guardia di finanza si inserisce nel quadro del costante impegno del Corpo a favore della collettività ove, in aggiunta alla lotta ad ogni forma di criminalità economico-finanziaria, trovano spazio diverse iniziative benefiche volte ad assicurare la vicinanza ai più bisognosi in nome di una maggiore giustizia ed equità sociale», spiegano le fiamme gialle.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.