lite-tra-ubriachi,-20enne-tenta-di-aggredire-la-polizia:-arrestato-ed-‘espulso’-dal-piano

Lite tra ubriachi, 20enne tenta di aggredire la polizia: arrestato ed ‘espulso’ dal Piano

L’arresto al Piano

 

Già resosi protagonista di episodi di ubriachezza in città, i poliziotti delle Volanti  lo hanno arrestato ieri sera al Piano per il reato di resistenza. Sanzionato anche per l’ubriachezza molesta. Protagonista, un 20enne di origine pakistana. 
Alla centrale operativa era stata segnalata una lite animata nella quale erano coinvolti cittadini extracomunitari.
Giunte a sirene spiegate due Volanti della questura, i poliziotti hanno subito accertato che sul posto era in atto una discussione a voce alta tra alcuni pakistani. Immediatamente sedata dal personale di polizia uno di loro, un 20enne, cominciava a inveire tentando anche di colpire i poliziotti.
In evidente stato di alterazione alcolica e in preda ad un attacco di ira, gli agenti hanno dovuto bloccarlo per evitare che aggredisse anche i passanti estranei alla vicenda.
L’episodio è accaduto alle spalle della piazzetta ex Cinci.
Bloccato e ammanettato per evitare che potesse nuocere, è stato caricato sulla Volante e accompagnato in questura.
Qui, però, ha continuato a minacciare e a rifiutarsi di collaborare, anche solo per essere identificato, cercando nuovamente di colpire ripetutamente i colleghi della polizia Scientifica che dovevano provvedere al foto-segnalamento.
A questo punto è stato necessario richiedere anche l’intervento di personale del 118, affinché tentasse di calmare il fermato, ma senza risultato.
Successivamente, è emerso che il 20enne aveva numerosi precedenti penali per reati in materia di immigrazione, precedenti segnalazioni per ubriachezza molesta e relative sanzioni mai pagate, a seguito delle quali gli è stato anche notificato un decreto prefettizio di ingiunzione al pagamento.
Valutata la sua posizione, il questore di Ancona Cesare Capocasa ha disposto nei suoi confronti il Daspo Urbano valido per le vie cittadine del Piano, anche limitrofe a quelle dove si è reso autore delle condotte pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica. Per un anno non potrà accedere a via Giordano Bruno, piazza Ugo Bassi, piazza d’Armi e corso Carlo Alberto, con divieto di stazionare in aree urbane verdi, scuole e locali destinati alla vendita di alcolici e superalcolici.

(al.big)

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.