l’ex-professionista-giancarlo-polidori-“lancia”-la-3a-edizione-del-papa-elio-gran-premio-giorgiomare

L’ex professionista Giancarlo Polidori “lancia” la 3a edizione del Papà Elio Gran Premio GiorgioMare

Papà Elio Gran Premio GiorgioMare
Papà Elio GP GiorgioMare 2022 – Presentazione (Foto Sandro Pettinari per conto di GiorgioMare)

“Con i giovani e per i giovani” è il motto che accompagna i preparativi ufficiali verso la gara ciclistica per allievi Papà Elio Gran Premio GiorgioMare-Medaglia d’Oro Memorial Elio Longhi in programma domenica 31 luglio ad Urbisaglia.

L’incentivazione all’attività e all’organizzazione delle gare per i giovani è il filo conduttore di questa manifestazione voluta fortemente dalla Gio.Ca Communication di Vincenzo Santoni, dalla GiorgioMare di Giorgio Longhi e dall’amministrazione comunale di Urbisaglia per la terza volta in quattro anni.

Imprenditore da più di 30 anni nel settore ittico e inventore del franchising del pesce congelato, Giorgio Longhi e la sua azienda GiorgioMare hanno fatto gli onori di casa per la presentazione ufficiale dell’evento ad Urbisaglia con il giornalista sportivo Giorgio Martino in qualità di moderatore e la presenza di alcuni rappresentanti delle istituzioni comunali e sportive (il sindaco di Urbisaglia Paolo Francesco Giubileo e il presidente regionale FCI Marche Lino Secchi e il presidente del comitato provinciale FCI Macerata Carlo Pasqualini) che si sono succeduti nei loro personali interventi in compagnia di un ospite d’eccezione: Giancarlo Polidori, l’ex professionista di Cupramontana che ha corso nella massima categoria tra il 1966 e il 1976 con 26 vittorie all’attivo. Lasciato il professionismo, ha intrapreso la carriera di direttore sportivo e per qualche anno ha assunto il ruolo di tecnico della rappresentativa regionale marchigiana, guidando al successo Michele Scarponi in occasione del tricolore su strada juniores vinto nel 1997 dall’indimenticato campione di Filottrano.

Polidori ha rievocato un ricordo in particolare di una gara da lui disputata ad Urbisaglia quando era dilettante: un secondo posto in una gara dilettanti dietro Omero Meco nei primi anni sessanta, in più l’emozione “unica” di vestire la maglia gialla al Tour de France nel 1967 per un giorno e anche la felice esperienza in maglia rosa per otto giorni consecutivi al Giro d’Italia nel 1969.

Ad Urbisaglia confermato il percorso delle due precedenti edizioni, paesaggisticamente suggestivo, che attraversa il parco archeologico più esteso delle Marche tra pianura, discesa e una salita abbastanza dolce, racchiuse nel circuito di 7,2 chilometri da compiere dieci volte, per una corsa aperta a più soluzioni per chi intende ambire alla vittoria.

Il piazzale esterno dell’azienda GiorgioMare, in contrada Montedoro di Urbisaglia, si conferma il quartier generale della manifestazione ospitando il ritrovo, la partenza (alle 15:30) e l’arrivo (previsto intorno le 17:15 circa).

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.