le-marche-si-candidano-ad-essere-l’hub-dell’adriatico

Le Marche si candidano ad essere l’hub dell’Adriatico

Workshop finale dell'educational tour

All’Aeroporto Internazionale delle Marche nel primo pomeriggio di lunedì 28 giugno si è tenuto il workshop finale dell’educational tour organizzato dalla Regione con la Camera di Commercio delle Marche, in collaborazione con S7 Airlines ed ENIT.

Si concludono cinque intense giornate nelle Marche, dal 24 al 28 giugno, per la delegazione atterrata a Falconara con un volo di S7 Airlines da Mosca, composta da settanta tra operatori turistici, rappresentanti degli enti del turismo e giornalisti russi, che hanno visitato tutte le province marchigiane toccando luoghi di montagna, realtà balneari, città d’arte, sistema economico.

“Questa missione, che la Regione Marche ha voluto organizzare nel periodo difficile del post-pandemiaha dichiarato il presidente Francesco Acquaroliè un’esperienza importante per cui ringrazio l’Enit, e la sua referente Irina Petrenhko, il vettore aereo S7, la Camera di Commercio e tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita. Si riparte con l’entusiasmo necessario per far riprendere quota al turismo su tutti i canali, in particolare apriamo i nostri territori alla Russia che storicamente mostra affinità e interesse per la nostra regione che può offrire un turismo variegato, volto all’arte, la cultura, la storia, l’enogastronomia, il mare, lo shopping, la spiritualità, l’ambiente, il paesaggio e molto altro. Tutti elementi che sono stati apprezzati in questi giorni e che possono fare delle Marche una terra molto attrattiva”.

Acquaroli ha quindi espresso soddisfazione per l’esperienza che rappresenta “un bel segnale di ripartenza insieme ai primi frutti che si cominciano a raccogliere dalla campagna promozionale turistica, lanciata in collaborazione con la Camera di Commercio, che vede testimonial d’eccezione il commissario tecnico della nazionale Roberto Mancini.

L’ondata di crescita delle prenotazioni dopo la partenza degli spot in Tv significa che siamo sulla strada giusta, un bel segnale su cui costruire questa seconda fase. Abbiamo intenzione di proseguire con step successivi – ha aggiunto il presidente – necessari per far sì che questa visita possa preludere a qualcosa di più concreto e molto interessante, a un ritorno strutturato, magari a un volo aereo che possa prendere il via”.

La strategia di aprire una partnership con la compagnia aerea russa S7 Airlines è centrale non soltanto per aprire una porta con la Federazione Russa ma un corridoio con tutta l’Asia, considerato che S7 a Mosca ha un ottimo hub con una connessione diretta verso tutto il continente asiatico. Questa operazione ha una valenza turistica e soprattutto commerciale molto forte, l’obiettivo dell’azione di questa Giunta regionale è di rimettere le Marche al centro dell’Italia e dell’Europa e immaginare e programmare per tempo tutti quelli che possono essere i flussi turistici.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *