la-favola-del-loretano-walid-cheddira:-dalla-sangiustese-alla-tripletta-al-bentegodi

La favola del loretano Walid Cheddira: dalla Sangiustese alla tripletta al Bentegodi

 

walid-cheddira2-325x325

L’esultanza di Walid Cheddira

di Andrea Cesca

I tifosi del Bari lo hanno ribattezzato “Walino”. E lui, Walid Cheddira, che nel capoluogo pugliese dice di sentirsi come a casa, li ripaga a suon di gol. Due le reti messe a segno nel preliminare di Coppa Italia contro il Padova, addirittura tre quelle realizzate al Bentegodi sul campo dell’Hellas Verona, contornate da una prestazione superlativa. Un inizio di stagione straordinario che vale il titolo di capocannoniere ed i sedicesimi di finale di coppa per la squadra allenata da Michele Mignani.

La favola di Walid Cheddira, 24 anni compiuti a gennaio, inizia al termine della stagione 2018-19. L’attaccante italo-marocchino nato e cresciuto a Loreto (dove gioca in Promozione ed Eccellenza) al secondo anno di Serie D con la Sangiustese viene richiesto dal Parma. Il presidente Andrea Tosoni, che l’anno prima aveva ceduto Omar Khailoti al Bologna, da la benedizione al trasferimento in Emilia. Walid viene mandato a farsi le ossa prima ad Arezzo, poi a Lecco, quindi a Mantova. Infine il passaggio in prestito all’ambizioso Bari di Luigi De Laurentis che dopo la promozione in Serie B decide di riscattarlo dal Parma.

walid-cheddiraWalid aggredisce gli spazi, cerca la profondità, punta la porta avversaria ed arrivano i gol, anche per chi come lui non ha l’etichetta di bomber. Al termine della partita vinta per 4 a 1 sul campo degli scaligeri, Cheddira visibilmente emozionato ma strafelice ha parlato ai microfoni di Sportmediaset: «Vincere era la cosa più importante e avanzare in questa competizione prestigiosa, anche per i nostri tifosi che sono accorsi numerosi. Meritavano questa soddisfazione. Questa tripletta spero sia la prima di una lunga serie. Abbiamo dimostrato quello che possiamo fare».

Sia il Loreto calcio che la Sangiustese hanno celebrato sui social la domenica da incorniciare di Walid che sarebbe lusingato dalla chiamata della nazionale del Marocco. «Walid ha qualità e soprattutto ha fame e voglia di migliorarsi – dice l’allenatore del Bari Michele Mignani – Crede nel lavoro, ascolta e cerca di mettersi a disposizione della squadra. Siamo contenti dei suoi gol, speriamo se ne tenga alcuni anche per il campionato». Nel prossimo turno di Coppa Italia Cheddira affronterà proprio la sua ex squadra, il Parma.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.