il-marocco-fa-sognare,-a-porto-recanati-una-pizza-“mondiale”-dedicata-a-walid-cheddira-–-cronache-ancona

Il Marocco fa sognare, a Porto Recanati una pizza “mondiale” dedicata a Walid Cheddira – Cronache Ancona

L’INIZIATIVA della pizzeria Zia Emilia, di Danilo Capitanelli lauretano come l’attaccante che con tutta la squadra ha raggiunto lo storico traguardo delle semifinali ai Mondiali di calcio in Qatar: «Ti aspettiamo presto da protagonista bomber. Tifiamo tutti per te»

Print Friendly, PDF & Email

walid-cheddira-pizza-loreto

Il pizzaiolo di Zia Emila con la pizza dedicata a Cheddira

Non si arresta nelle Marche l’entusiasmo per la storica qualificazione del Marocco alle semifinali dei Mondiali di calcio, prima squadra africana a raggiungere questo traguardo. Dopo i festeggiamenti di ieri nelle maggiori piazze, arriva la pizza Walid Cheddira, dedicata all’attaccante di Loreto, in forza al Bari, impegnato in questi giorni proprio in Qatar col suo Marocco. Ieri nel match contro il Portogallo Cheddira è entrato al ’62, per poi essere espulso durante il recupero.

A lanciare la pizza Cheddira  l’imprenditore della ristorazione Danilo Capitanelli di Loreto, titolare del ristorante pizzeria Zia Emilia a Porto Recanati. Cheddira, infatti è un cliente abituale del locale e amico proprio del pizzaiolo marocchino  Mohamed.

walid-cheddira-pizza-3-325x260

La pizza dedicata a Walid Cheddira

I colori della pizza a forno a legna ‘Walid Cheddira’, lanciata da Zia Emilia, sembrano proprio voler richiamare quelli della bandiera del Marocco: rossa e verde, in questo caso rucola, pomodorini e mazzancolle. A seguire il progetto i giornalista esperto di food Daniele Bartocci, giudice del programma King of Pizza su Sky, anche lui loretano.  Dal Ristorante Zia Emilia concludono: «Ti aspettiamo presto da protagonista bomber Walid, un vero fuoriclasse. Tifiamo tutti per te. Forza Marocco».

Marocco in semifinale ai Mondiali, esplode la festa a Macerata (Foto/Video)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *