hangartfest,-quarto-weekend-del-festival-–-marche-notizie

Hangartfest, quarto weekend del Festival – Marche Notizie

Hangartfest
SUGAR ME

Hangartfest, festival di danza contemporanea sostenuto dal MiC, dalla Regione Marche e dal Comune di Pesaro e realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, dell’Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Israele a Roma e del Centro Ceco di Roma continua la sua programmazione questo weekend con tre nuove performance.

Ad aprire la quarta settimana di spettacoli, ad un anno di distanza da RAB EXPRESS, il collettivo multidisciplinare Cantiere Idina Who formato da Pablo Ezequiel Rizzo, Elisabetta Da Rold, Ilaria Zanotti, Margherita Scalise, Manuel Ghidini e Kateryna Kovalchuc, impegnati in un progetto triennale di coproduzione che li vede protagonisti.

Come primo dei tre lavori che presenteranno al Festival venerdì 23 e sabato 24 settembre ore 21.00 al Teatro Maddalena porteranno in scena la prima assoluta di SUGAR ME. Lo spettacolo, coprodotto da Hangartfest in collaborazione con AiEP, sceglie come escamotage narrativo il colore rosa che assume in questa ricerca la valenza di filtro: gioco prospettico e lente dello spettacolo sulle cose del mondo. È il colore del leviatano contemporaneo che si maschera, è il velo di apparenza che permea ovunque, muta forma in base al contesto e ne assume le sembianze. A seguire, dopo lo spettacolo, il 23 settembre si terrà l’Incontro con l’Artista a cura del critico di danza Silvia Poletti. Ingresso € 9 intero / € 7 ridotto / € 5 possessori carnet.

Il progetto è legato a un programma per spettatori appassionati non addetti ai lavori OCCHI DA MARZIANI, chiamati a monitorare il percorso di creazione del coreografo residente al Festival. Il progetto è curato da Silvia Poletti che affianca il gruppo di Marziani nella visione e nell’analisi dei lavori proposti.

Per partecipare al prossimo “viaggio per Marte” in partenza venerdì 23 settembre è necessario iscriversi al form presente sul sito del Festival.

Sabato 24 settembre, ore 11.00, al Teatro Maddalena, verrà presentato “The Choreographic Novel”, Editore Ephemeria. Il libro raccoglie gli esiti della residenza 2018-2020 con protagonista Marta Bevilacqua, coreografa e condirettrice della Compagnia Arearea di Udine. L’incontro avverrà alla presenza di Marta Bevilacqua, Silvia Poletti, Antonio Cioffi e dell’editore Antonello Andreani (Ephemeria).

La programmazione prosegue sabato 24 e domenica 25 settembre nella Piazzetta Mosca a partire dalle ore 16.00 con la performance partecipativa SUNFLOWER EXPERIENCE della performer e giovane coreografa Lucrezia Gabrieli e del compositore e sound designer Giacomo Calli, entrambi membri del collettivo 42Stems. #sunflowerexperience è un’esperienza fisica di osservazione dello spazio urbano. Ogni partecipante è invitato ad esplorarlo indossando delle cuffie (fornite dal Festival) e lasciandosi accompagnare dalla musica e dal movimento della performer Lisa Vergoni. L’esperienza immersiva dura circa 30 minuti e verrà ripetuta in loop con ultima replica prevista per le ore 19.00. Ingresso € 5. Qualora la disponibilità dei posti fosse esaurita in prevendita online, si prega di contattare il Botteghino al 340 8686552.

Domenica 25 ore 21.00 al Teatro Maddalena sarà la volta di CITERONE di Ifigenia/Tyche, coreografia di Michele Ifigenia Colturi. Il lavoro, che vede in scena le danzatrici Enzina Cappelli e Andreyna De la Soledad, parte da un’analisi specifica del testo “Le Baccanti” di Euripide, estrapolando la sfera corale della tragedia. L’opera narra il ritorno di Dioniso, dio dell’estasi, in una Grecia irrispettosa nei confronti della sua essenza divina. Capro espiatorio del suo riscatto saranno le donne tebane, vittime e poi carnefici, giostrate dai disegni del Dio vendicatore. Ingresso € 9 intero / € 7 ridotto / € 5 possessori carnet.

Prosegue anche la retrospettiva sul Festival MOSSI DA VISIONI a cura dell’artista visivo Paolo Paggi. Il materiale fotografico di Umberto Dolcini rivisitato dall’artista Edoardo Serretti viene presentato al pubblico allo spazio d’arte SUGO dal lunedì al venerdì fino al 30 settembre dalle 16.00 alle 19.00 e al Camponi Atelier all’alba di tutti i mercoledì di settembre (ultimo appuntamento il 28 settembre, ore 5.45). I partecipanti dovranno usare lo smartphone e indossare i propri auricolari. L’ingresso alla retrospettiva è libero. Per accedere all’installazione del Camponi Atelier è necessaria la prenotazione tramite form sul sito del Festival.

I biglietti degli spettacoli possono essere acquistati sul sito www.liveticket.it e nei punti vendita convenzionati con LiveTicket (a Pesaro Non Solo Tabaccheria, Via Bertozzini 4 / P.zza 1° Maggio).

Botteghino presso il Teatro Maddalena aperto tutti i giorni (salvo lunedì) dalle 17:00 alle 19:00 e nei giorni di performance un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

I biglietti degli spettacoli programmati in altre sedi si possono acquistare unicamente al Teatro Maddalena. Per informazioni chiamare il: 340 8686552

Programma completo del Festival sul sito: www.hangartfest.it

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.