focolaio-in-chirurgia:-medici-e-oss-infettati-da-pazienti,-ospedale-interviene-a-gamba-tesa.

Focolaio in Chirurgia: Medici e OSS infettati da pazienti, Ospedale interviene a gamba tesa.

Focolaio in Chirurgia: Ospedale isola il reparto e blocca le sale operatorie per due giorni. Al momento sono emersi 8 contagi fra pazienti e personale.

Focolaio in Chirurgia e l’ospedale non vuol sentire ragioni e attua misure pesanti.

Un principio di focolaio ha generato grande spavento all’ospedale San Valentino di Montebelluna, in provincia di Treviso.

Al momento 5 pazienti su 20 sono risultati positivi al coronavirus e con loro anche un medico e due operatori socio sanitari.

Per far fronte alla situazione e contenere il rischio, l’Azienda non ha perso tempo: reparto isolato, ricoveri bloccati, sale operatorie congelate per due giorni.

“Venerdì è emerso che cinque pazienti erano positivi al coronavirus. In questo periodo capita di avere ricoverati positivi, ma non cinque in un colpo solo. Ai quali si sono poi aggiunti anche un medico e due operatori” ha raccontato il dott. Marco Cadamuro Morgante, direttore dell’ospedale di Montebelluna “il reparto di Chirurgia è stato isolato in modo precauzionale, per verificare che non ci fossero altre persone contagiate. C’era il rischio che i pazienti colpiti dal coronavirus passassero da cinque a venti. E abbiamo già visto cosa più comportare”.

Il riferimento riporta al febbraio 2020, quando all’ospedale di Treviso si fu costretti a blindare il reparto di Geriatria a seguito al primo focolaio da Covid della provincia trevigiana.

L’articolo Focolaio in Chirurgia: Medici e OSS infettati da pazienti, Ospedale interviene a gamba tesa. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.