fimeuc:-basta-violenza-sui-giovani-operatori-sanitari.

FIMEUC: basta violenza sui giovani operatori sanitari.

FIMEUC vuole esprimere piena solidarietà nei confronti della giovane dottoressa aggredita durante il turno di continuità assistenziale a Udine lo scorso sabato.

La situazione dei medici nel sistema sanitario pubblico è precaria e pone molti rischi per la loro incolumità fisica e mentale.

I medici, in particolare quelli che lavorano nei servizi territoriali (guardia medica) nei reparti di pronto soccorso e nelle unità di cura intensiva, sono esposti a un alto rischio di aggressioni da parte degli utenti.

I giovani medici

sono particolarmente vulnerabili in questo contesto, poiché spesso si trovano a lavorare senza supporto e supervisione adeguati, esponendosi a rischi per la propria incolumità e talvolta anche per la propria vita.

La precarietà della sicurezza

dei medici è legata alle difficoltà del sistema sanitario pubblico, che soffre di e sovraffollamento e di grave carenza di personale.

La precarietà della situazione

dei medici rappresenta una minaccia per la salute e il benessere dei professionisti stessi e rappresenta un rischio per la qualità delle cure fornite agli utenti.

È importante

che i governi e le istituzioni sanitarie prendano provvedimenti per garantire la sicurezza dei medici e migliorare le loro condizioni di lavoro, riconoscendo il contributo fondamentale che essi danno alla società.

In mancanza di tutele adeguate

non ci saranno più medici disposti a lavorare in condizioni di rischio e, di conseguenza, non ci sarà più un sistema sanitario efficace.

FIMEUC

insiste nei confronti dell’opinione pubblica e della politica affermando che non è più accettabile il ritardo nelle decisioni, che possano creare garanzie, per una maggiore tutela del lavoro dei professionisti e per un bene comune come la salute pubblica. I Sanitari devono poter lavorare in modo sicuro per dare qualità ai servizi.

Oggi in tutta Italia non è cosi

e il sistema sanitario pubblico non riesce a garantire la sicurezza delle cure e del soccorso sanitario.

_______________________________________

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a [email protected]
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AssoCareNews.itLINK

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *