fenicotteri-sulla-spiaggia-di-senigallia,-l'appello-del-cras-marche:-«non-disturbateli,-cani-al-guinzaglio»-–-cronache-ancona

Fenicotteri sulla spiaggia di Senigallia, l'appello del Cras Marche: «Non disturbateli, cani al guinzaglio» – Cronache Ancona

IL CENTRO recupero animali selvatici ha chiesto a tutti collaborazione «per aiutare a tutelare questi esemplari» ricordando che l’incolumità di uno solo di loro «vale estremamente di più di una foto cartolina o di un selfie»

Print Friendly, PDF & Email

Uno dei fenicotteri fotografati sulla costa senigalliese (foto Cras Marche)

Fenicotteri in volo avvistati in questi giorni anche sul litiorale di Senigallia. Il Cras Marche, il Centro recupero animali selvatici in un avviso diffuso sui social ha invitato tutti a non disturbare questo uccello che si spaventa con facilità  ed è l’unico della sua specie a nidificare in Europa. «I fenicotteri rosa si spostano abitualmente tra il delta del Po, le Saline di Cervia e Marina di Savoia. – spiega il Cras Marche nel suo ‘avviso ai naviganti web e balnerari’ – L’incontro col fenicottero giovane sul litorale marchigiano sembra essere diventato un appuntamento fisso e anche quest’anno alcuni esemplari si fermano a riposare sulle nostre spiagge. In particolare questa mattina (ieri per chi legge, ndr) è stato segnalato l’ennesimo esemplare giovane girovagare e riposare lungo il litorale senigalliese e fanese. I nostri operatori volontari stanno monitorando la questione in stretto contatto con il personale veterinario e le forze dell’ordine competenti. Carabinieri Forestali, Capitaneria di Porto, Polizia locale si coordinano con noi per tutelare gli esemplari che hanno solo bisogno attualmente di poche cose: riposo, tranquillita’, serenità».

L’appello rivolto soprattutto ai fruitori delle spiagge è quindi per la collaborazione di tutti «per aiutarci a tutelare questi esemplari ricordando a tutti che l’incolumità di un fenicottero vale estremamente di più di una foto cartolina o di un selfie. Chiediamo ancor più la cortesia di tenere i cani al guinzaglio affinche non lo disturbino e non lo inseguano, come tra l’altro normativa prevede. I peggiori nemici del fenicottero ad oggi sono stress, disturbatori e cani sciolti. Ringraziamo tutti per l’attenzione e la collaborazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.