«difficile-rimanere-attaccati-agli-ideali-m5s-politiche,-i-cittadini-decreteranno-i-vincitori»

«Difficile rimanere attaccati agli ideali M5S Politiche, i cittadini decreteranno i vincitori»

Un momento dell’assemblea regionale del M5S all’auditoriume della ex Fiera della Pesca di Ancona

 

«Quella di oggi è stata una bellissima giornata ed il merito e dei tanti che l’hanno resa tale. Siamo orgogliosi del lavoro fatto in questi quattro anni. Non siamo perfetti, sicuramente degli errori sono stati fatti ma possiamo rivolgerci ai cittadini a testa alta». Qiesto il commento del senatore Giorgio Fede, coordinatore regionale per il Movimento 5 Stelle, nel chiudere i lavori dell’assemblea che si è svolta oggi nella sala convegni dell’ex Fiera della pesca di Ancona. « Nel 2018 le Marche hanno eletto 14 parlamentari. Alcuni negli anni ci hanno lasciato e siamo rimasti in 9. Il fenomeno è stato nazionale e il trend delle Marche è stato migliore rispetto ad altre regioni. Rimanere attaccati agli ideali e alle scelte del M5S è un lavoro difficile – ha aggiunto -. Quando si parla di cattiva politica voglio ricordare che noi abbiamo governato con le più grandi difficoltà: ponti crollati e ricostruiti in due anni, una pandemia, una guerra e la crisi. Il taglio dei parlamentari è stata una nostra battaglia, una delle tante promesse che abbiamo mantenuto».

Il presidente Giuseppe Conte durante il video collegamento

C’è attesa per i nomi che andranno a comporre le liste di chi competerà alla campagna elettorale, e in merito a questo Fede ha precisato che «certamente non sarò io a scegliere chi dovrà candidarsi, posso solo dire che io e i miei colleghi siamo a disposizione». Sarà difficile che vengano svolte le Parlamentarie. Secondo regolamento, la scelta delle candidature spetta al presidente Giuseppe Conte, sentito il Garante,« ma i nostri principi si basano sulla democrazia partecipata e cercheremo di trovare delle forme di coinvolgimento della base, con gruppi di lavoro territoriali» ha spiegato Fede.. Gli 8 parlamentari uscenti, compreso lo stesso Fede (la senatrice Agostinelli ha già annunciato che non si ripresenterà), sono tutti candidabili perché hanno completato il primo mandato.

All’assemblea hanno preso parte anche gli onorevoli Cattoi, Rossini, Accoto, Cataldi, Emiliozzi e Coltorti. Il senatore Romagnoli non ha potuto partecipare per ragioni di salute. In videoconferenza, come annunciato, il presidente del M5S, Giuseppe Conte. «A decretare il vincitore – ha evidenziato Fede – saranno i cittadini, noi ci siamo per rendere migliore l’Italia. Non abbiamo nulla di cui vergognarci anche se non siamo stati perfetti, perché quello che abbiamo fatto noi per gli italiani non lo ha mai fatto nessuno. Conte ci sta mettendo anima e cuore, con lui abbiamo avuto un livello di democrazia mai vista ed è vero che il nostro è ‘il campo giusto’. Perché ci siamo sempre battuti per i cittadini e continueremo – ha concluso Giorgio Fede – da soli e unici a farlo nello scenario politico che si va profilando».

I palramentari marchigiani del M5S

Il senatore Giorgio Fede

La corsa al Parlamento, Agostinelli: «Non mi ricandido, ho concluso un ciclo importante»

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.