da-in-escandescenze-in-tribunale:-accompagnato-al-cpr-un-36enne-–-cronache-ancona

Dà in escandescenze in tribunale: accompagnato al Cpr un 36enne – Cronache Ancona

ANCONA – All’arrivo delle Volanti, i poliziotti hanno riconosciuto lo straniero, denunciato il giorno prima per violazione della normativa in materia di immigrazione

Print Friendly, PDF & Email

La polizia in tribunale (Archivio)

Era talmente molesto al punto da dover richiedere l’intervento della polizia in tribunale.

Sul posto sono arrivate le Volanti. I poliziotti, al loro arrivo, hanno notato che la persona era la stessa, un ghanese di 36 anni, denunciato proprio il pomeriggio precedente per violazione della normativa in materia di immigrazione. per violazione della normativa in materia di immigrazione. L’uomo, infatti, era stato controllato in piazzale Loreto, a seguito di alcune telefonate giunte al 112, che riferivano della presenza di una persona agitata, che urlava e dava in escandescenze infastidendo passanti e residenti.

Accompagnato in questura per gli accertamenti di rito, aveva mantenuto sempre lo stesso comportamento agitato alternando momenti di apparente lucidità ad altri in cui manifestava segni di squilibrio psichico, parlando ripetutamente da solo, urlando senza motivo e improvvisando balletti. Per questo motivo era stato richiesto l’intervento di un’ambulanza.

Gli agenti intervenuti in tribunale, hanno quindi provveduto a scortare il 36enne fuori degli Uffici giudiziari, accompagnandolo poi in questura dove è stato messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione, che aveva già disposto accertamenti in relazione alla sua posizione sul territorio nazionale.

Accertato il suo stato di irregolarità, è stato accompagnato al Centro di Permanenza di Brindisi.

Nell’ultimo mese, gli uomini della questura hanno organizzato l’accompagnamento al Cpr di 3 extracomunitari irregolari sul territorio e l’accompagnamento in frontiera di 8 stranieri, emettendo anche 2 ordini del questore a lasciare il territorio nazionale ad altrettante persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *