crampi-muscolari:-cause,-consigli,-come-evitarli-e-prevenirli

Durante un’attività fisica o sportiva intensa può capitare di soffrire di un crampo muscolare, un evento fisico doloroso provocato principalmente dalla fatica e/o dalla disidratazione e che necessita di stretching. Ecco che cosa c’è da sapere. 

Muscles

Durante un’attività fisica o sportiva intensa capita di soffrire di un crampo muscolare che necessita di un immediato stiramento, o stretching, del muscolo coinvolto.

Capiamone di più con le spiegazioni, riportate su Cibum, di Marco Bonifazi, specialista in Medicina dello Sport.

Crampi muscolari: le cause

Crampo,

Come illustrato dal professor Bonifazi, il crampo è una contrazione involontaria dei muscoli scheletrici, localizzata, dolorosa e protratta nel tempo, caratterizzata da una attività elettrica muscolare elevata.

In termini fisiologici, cioè, dovuti ad una scarica di potenziali di azione ad alta frequenza come quelli che si vedono durante una contrazione isometrica massimale.


Leggi anche: Potassio e Magnesio per i crampi


Se il crampo si presenta improvvisamente mentre si sta facendo esercizio o immediatamente al termine di esso si parla di crampo muscolare associato all’esercizio fisico.

Nel corso degli ultimi 80 anni sono state formulate diverse ipotesi per spiegare la genesi del crampo associato all’esercizio. Due gruppi di teorie principali:

Disidratazione e/o perdita di elettroliti;

– Alterato controllo della stiffness, cioè della tensione muscolare involontaria, da parte del sistema nervoso centrale.

Crampi muscolari: come prevenirli

Training,

Se si è predisposti, non è semplice prevenire i crampi muscolari. Innanzitutto bisogna essere allenati in modo adeguato a sostenere lo sforzo muscolare che ci si è prefissati di fare, in modo da ritardare l’insorgenza di fatica localizzata.

Se si è disidratati, la fatica insorge prematuramente, quindi serve una buona idratazione (per quanto non sia risolutiva per prevenire i crampi).

In secondo luogo, i muscoli dovrebbero contrarsi partendo da una lunghezza ottimale: se il muscolo si contrae partendo da una posizione in cui è accorciato, i crampi sono favoriti. È difficile stabilire se la posizione degli arti è biomeccanicamente sfavorevole quando l’esercizio è a corpo libero.

Bike,

Quando si usano strumenti meccanici come può essere la bicicletta è utile studiare la posizione ottimale di lavoro delle varie parti del corpo.

Può anche essere utile potenziare muscoli sinergici che possano lavorare in posizione allungata, in modo da riequilibrare l’attività muscolare nel controllo di un’articolazione.


Potrebbe interessarti: Crampi rimedi e cause


(Marco Bonifazi è Professore associato di Fisiologia presso il Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze dell’Università di Siena. Coordinatore tecnico del Centro Studi e Ricerche della Federazione Italiana Nuoto. Ha partecipato, come medico e dirigente tecnico a otto edizioni dei Giochi Olimpici, dal 1988 al 2016).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *