coronavirus-a-messina,-michele-bisignano:-“de-luca-e-venuto-meno-ai-suoi-doveri-ed-alle-sue-responsabilita”

Bisignano

Coronavirus a Messina, Michele Bisignano: “De Luca è venuto meno ai suoi doveri ed alle sue responsabilità, tenta di chiudere la stalla quando ormai i buoi sono scappati e cerca di trovare capri espiatori su cui gettare la responsabilità di quanto è avvenuto”

In merito alle dichiarazioni del sindaco di Messina, Cateno De Luca, in cui sottolinea che la città non ha posti letto a sufficienza in terapia intensiva”, interviene con durezza Michele Bisignano: “il primo cittadino dimentica che fra le sue responsabilità derivanti dalle leggi vigenti, c’è anche quella di maggiore autorità istituzionale a livello locale in termini di tutela della salute pubblica. Cosa ha fatto in questi mesi per svolgere questo ruolo? Ha forse vigilato sull’utilizzo delle somme stanziate ed erogate per il potenziamento dei reparti o per le terapie intensive e sub intensive nelle strutture ospedaliere della città di Messina e della Città Metropolitana? Ha seguito l’andamento della ripresa dei contagi avvertendo i cittadini della loro crescita esponenziale nel momento necessario e non dopo che si parla di migliaia di contagi in tutta la provincia? Ha adottato le misure restrittive necessarie per il contenimento del contagio o ha ostacolato in maniera sconsiderata ed irresponsabile quelle adottate a livello nazionale e regionale? Ha informato i cittadini sui numeri reali dei contagi e dei focolai in cui si sono sviluppati? La risposta è No, venendo così meno ai suoi doveri ed alle sue responsabilità e, riprendendo la veste ormai poco credibile di “sceriffo”, tenta di chiudere la stalla quando ormai i buoi sono scappati e cerca di trovare capri espiatori su cui gettare la responsabilità di quanto è avvenuto e su cui i cittadini sono ancora tenuti all’oscuro“, conclude.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *