confcommercio,-boom-di-acquisti-nei-negozi-di-vicinato-–-cronache-ancona

Confcommercio, boom di acquisti nei negozi di vicinato – Cronache Ancona

ANCONA – Le vendite nei negozi ‘sotto casa’ sono superiori al 50%, segno, secondo l’associazione, che il programma natalizio allestito dal comune dorico sta funzionando

Print Friendly, PDF & Email

di Antonio Bomba

Prosegue la nostra analisi sugli effetti che il BiAnconaTale 2022 sta avendo sul commercio del centro cittadino di Ancona.

Dopo aver sentito sabato Andrea Cantori del Cna, oggi è il turno di Massimiliano Polacco, direttore di Confcommercio Marche Centrali.

Come stanno andando gli affari nel centro della città di Ancona?

«Direi che stanno andando bene. La gente ha voglia di uscire. E infatti si registrano numeri positivi in tutte le Marche. L’andamento generale è quello di fare più regali, acquistare più oggetti, ma con una spesa minore sul singolo prodotto».

Il BiAnconaTale e le sue iniziative quindi stanno funzionando?

«Direi assolutamente di sì. Il centro storico di Ancona è molto attrattivo e le cose stanno andando benissimo. La città è molto ricettiva. Stiamo assistendo ad un boom di acquisti nei negozi di vicinato. Siamo ad oltre il 50% del fatturato generale».

E l’ultimo week end come è andato?

«È stato un fine settimana anomalo. Sabato è andata benissimo. Un po’ meno la domenica. La gente è rimasta a guardare la finale dei mondiali di calcio tra Argentina e Francia, iniziata alle ore 16 e protrattasi fino ai calci di rigore».

Il maltempo ha influito sul giro di affari delle ultime settimane?

«No. È un tempo invernale, vero, ma la gente tende a stare a casa per forte pioggia, o peggio per la neve. Nessuna delle due cose è accaduta. pertanto riteniamo non abbia portato danni al volume di affari sin qui registrato».

Cosa si vende soprattutto? Cosa va per la maggiore? Quali prodotti vendono più degli altri?

«Assistiamo a degli ottimi numeri per quel che riguarda regali hi-tech. La tecnologia per capirci. Poi vanno a gonfie

Massimiliano Polacco

vele libri e giocattoli. Tira bene anche l’enogastronomico. Appena sotto troviamo i prodotti per la cura della casa e della persona e infine, appena sotto, quelli per la cura degli animali. Si tende a regalare anche molti abbonamenti alle piattaforme di streaming».

Quella iniziata oggi sarà la settimana clou.

«Sì. Speriamo di recuperare in questa settimana che precede il Natale quanto perso durante l’anno».

E così dopo aver sentito i massimi esponenti di Cna e Confcommercio, sembra proprio che il cartellone di eventi, iniziative ed attrazioni proposto dal comune di Ancona per portare in città quanta più gente possibile anche dai comuni limitrofi e non, stia funzionando.

D’altra parte, sin da inizio ottobre, l’obiettivo esplicitamente dichiarato sia dal sindaco Valeria Mancinelli che dall’assessore alle attività produttive Ida Simonella era proprio questo: Non rinunciare al clima di festa proprio per attrarre quanta più gente possibile al fine di migliorare il giro d’affari dei negozi cittadini, già vessati dal caro bollette, utilizzando tuttavia il criterio della sobrietà.

Una scelta fortemente criticata da molti che, visti i costi fuori controllo che l’energia elettrica ha attualmente, chiedevano delle festività senza luci e attrazioni varie, al fine di far risparmiare qualche soldo alle casse comunali. Altri sottolineavano inoltre che con la guerra in corso tra Russia e Ucraina c’era poco da festeggiare. Ma il comune ha tirato dritto per la sua strada convinto che, come accaduto negli anni precedenti, le festività natalizie sarebbero servite ai commercianti locali per vendere di più.

Non resta quindi che attendere la conclusione di questa settimana per avere un quadro complessivo quasi definitivo del volume di affari che si è generato in centro città. Da oggi a sabato 24 saranno infatti sei giorni decisivi per le casse di molti esercenti. Poi sarà Natale e la gran parte dei regali e delle compere risulteranno belli e fatti. Anche perché, come noto, alla befana arriva solo il carbone. Si scherza ovviamente.

Corsa ai regali di Natale «E’ boom di vendite di libri e di prodotti di bellezza»

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *