civitanova-marche,-l’omicida-dell’ambulante-resta-in-carcere-|-il-gip:-“soggetto-pericoloso-e-violento”

Civitanova Marche, l’omicida dell’ambulante resta in carcere | Il gip: “Soggetto pericoloso e violento”

 

 

Nell’ordinanza che dispone la custodia in carcere di Ferlazzo, il gip scrive che è un soggetto “violento e con elevata pericolosità sociale”. La misura è prevista anche con riferimento a “evidenti gravi indizi di colpevolezza”: in attesa dei risultati dell’autopsia sembra evidente che il decesso sia dovuto all’aggressione. Il gip fa riferimento a un “disturbo bipolare” per il 32enne che dovrà essere approfondito.

 

 

Si valuta la posizione della madre-tutor di Ferlazzo – Saranno effettuati nelle prossime ore approfondimenti sulla situazione sanitaria legata allo stato di salute mentale di Ferlazzo. Allo stesso tempo, ha riferito Claudio Rastrelli (sostituto procuratore di Macerata che indaga sulla vicenda), verrà valutata la posizione dell’amministratore di sostegno dell’uomo, ossia la madre, e sul perché si trovasse a così tanta distanza dal giovane, sempre tenendo presente quali fossero gli effettivi compiti del suo ruolo. Il profilo dell’aggravante razziale è escluso.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.