calendario-delle-sagre-estive:-saranno-solo-dieci,-sei-saltano

Calendario delle sagre estive: saranno solo dieci, sei saltano

La Festa del Covo di Campocavallo in una delle precedenti edizioni

 

Quest’anno presenta molte defezioni il calendario delle sagre estive di Osimo: saranno solo 10, 6 hanno dato forfait. Primo appuntamento il 9-12 giugno con San Biagio in Festa, segue la Sagra della Rana a Passatempo (8-10), e si continua con Sagra dello Spaghetto a Campocavallo (15-17), Sagra della Grigliata a Passatempo (22-24), Sagra del Mojito ad Abbadia (29-31 luglio). Ad agosto il 4 e il 7 sarà garantita la tradizionale Festa del Covo a Campocavallo, a seguire la Sagra della Bruschetta a Osimo Stazione il 19-21 agosto e poi Rivivi 700 in centro storico il 27 e 28 agosto. Gran finale a settembre con la sagra del Fagiolo alla Misericordia il 2-4 e con la Sagra del Leone al Foro Boario dall’8 all’11 settembre. «Quasi 2/3 delle sagre che si tenevano in Osimo durante la stagione estiva non si faranno nel 2022.- osservano in una nota le Liste civiche Osimo – Si perde un patrimonio di socialità che serviva molto spesso alle frazioni per i servizi ai cittadini, alle società sportive locali, a chi ne aveva bisogno. Il nostro impegno è per preservare una tradizione molto importante e sentita in Osimo fin dai primi anni 80 del secolo scorso. Il nostro impegno è aiutare a far ripartire i comitati promotori delle sagre».

Sulla questione interviene il sindaco Simone Pugnaloni per chiarire di aver organizzato due incontri con tutti i responsabili. «Nella prima riunione e’ stato letto e presentato il quadro normativo nazionale vigente. – ricorda il primo cittadino di Osimo – Le sagre sono regolate dalla legge dello Stato che essere seguita alla lettera sia da chi organizza sia da chi controlla. Una volta letta insieme la circolare della Prefettura, ci siamo dati dieci giorni per poi reincontrarci ed in quella data ciascuno dei rappresentanti doveva comunicare la propria volonta’ di organizzare. Cosi e’ stato, a quel punto si e’ delineato il calendario provvisorio che e’ circolato ad uso esclusivo del Comune e della chat che il Comune condivide con i legali rappresentanti delle sagre cittadine. Dispiace che alcune di esse abbiamo rinunciato per scelta interna del direttivo. Capiamo e condiviamo le norme statali molto rigide che impongono anche costi rilevanti per l’organizzazione, dal canto nostro comunque ci siamo impegnati con chi ha detto si a sostenere l’organizzazione con un contributo a fine anno . Sterile polemica da parte delle opposizioni che intanto pubblicano documenti sensibili soggetti a possibili denunce che l’Amministrazione sta valutando, e poi dovrebbero sapere che le competenze comunali sono a zero in questo settore. Rincorrere solo il consenso e’ un brutta cosa» chiosa Pugnaloni.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.