‘biennale-marche-d'acqua’,-fabriano-consegna-a-sassoferrato-le-opere-dipinte-alla-rocca-albornoz-–-cronache-ancona

‘Biennale Marche d'acqua’, Fabriano consegna a Sassoferrato le opere dipinte alla rocca Albornoz – Cronache Ancona

ARTE – Domani pomeriggio la cerimonia al Museo della Carta. L’assessore Maura Nataloni: «Un’occasione importante per siglare ulteriormente la collaborazione tra i due comuni»

Print Friendly, PDF & Email

Maura Nataloni

Domani, martedì 30 agosto alle ore 17 al Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano, l’assessore alla Bellezza, cultura e Unesco Maura Nataloni consegne al sindaco di Sassoferrato, Maurizio Greci le opere realizzate dagli artisti partecipanti alla settima edizione della ‘Biennale Marche d’acqua’ durante la giornata di pittura en plein air che si è tenuta a Sassoferrato nella bellissima cornice della roccaa albornoziana, lo scorso 15 luglio. Le opere sono state realizzate con la tecnica acquerello su carta fatta a mano 100% cotone nel pieno rispetto della tradizione cartaria manuale fabrianese, su un particolare formato quadrato e ridotto che permetterà di formare un unico grande murales dove ogni acquerello compone un mattone della composizione.

«Un’occasione importante – sottolinea l’assessore – per siglare ulteriormente la collaborazione avviata in occasione dell’inaugurazione della Biennale Marche d’acqua tra i due comuni, Fabriano e Sassoferrato,  per promuovere con una nuova sinergia un territorio cosi prezioso e ricco di siti culturali e ambientali che necessitano di essere conosciuti e valorizzati. Voglio ringraziare il Comune di Sassoferrato nella persona del sindaco Maurizio Greci per la collaborazione mostrata e la viva intenzione di creare nuove occasioni di collaborazione a partire dall’acquarello all’arte contemporanea, con le collezioni che le nostre città conservano. Inoltre colgo l’occasione per ricordare il nostro Museo della Carta che a partire dallo scorso 15 agosto è aperta anche tutti i lunedì proprio per permettere a tutti i numerosi turisti di venire a trovarci e poter vedere le mostre de giurati della biennale, dei concorrenti del premio e di Pedro Cano “Teatros”, in corso fino al 30 settembre».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.