approvata-all’unanimita-la-risoluzione-per-lo-scorrimento-delle-graduatorie.

Approvata all’unanimità la risoluzione per lo scorrimento delle graduatorie.

È stata approvata oggi in Aula all’unanimità la risoluzione presentata il 24 di ottobre alla Presidente dell’Assemblea legislativa e alla Giunta regionale dell’Emilia Romagna, in prima battuta dal capogruppo di “RETE CIVICA – Progetto Emilia-Romagna” Marco Mastacchi e condivisa anche dalla Consigliera Ottavia Soncini, sul tema dei precari del Covid.

Scopo della risoluzione: rafforzare l’impegno che la Regione aveva preso ad agosto, di avviare entro l’anno le procedure di stabilizzazione di posizioni lavorative ricoperte da personale dipendente con rapporto di lavoro a tempo determinato, nelle more dello scorrimento delle graduatorie ancora vigenti.

Le procedure di stabilizzazione

sono state intraprese a partire da ottobre da tutte e 13 le Aziende Sanitarie e consentiranno da una parte la strutturazione a tempo indeterminato del personale precario e dall’altro il reperimento di nuove risorse per far fronte ai piani triennali di fabbisogno del personale socio-sanitario.

La pubblicazione

degli avvisi per le stabilizzazioni ai sensi della legge 234/2021 è avvenuta in modo contestuale nelle aziende del SSR all’inizio del mese di ottobre, in coerenza con gli impegni assunti dall’Assessorato Politiche per la salute con le confederazioni sindacali, nell’ambito del tavolo di confronto attivato nella cornice del Patto per il lavoro, diretti a valorizzare pienamente questo strumento al fine di migliore e qualificare le condizioni di lavoro del personale che opera nel SSR.

Negli avvisi le aziende

hanno individuato, in coerenza con la programmazione triennale dei fabbisogni, le unità di personale da reclutare attraverso la stabilizzazione, nel rispetto comunque della quota del 50% da destinare al reclutamento dall’esterno, attraverso le ordinarie procedure concorsuali, come previsto dalle disposizioni di legge.

Le aziende garantiranno

quindi una quota di reclutamento attraverso lo strumento del concorso, oltre a salvaguardare pienamente la posizione dei vincitori dei concorsi. Le medesime possono procedere alle stabilizzazioni entro il 31 dicembre 2023, termine che consente un certo margine rispetto all’utilizzo delle graduatorie.

Alla Giunta

era stato chiesto di impegnarsi a contemperare, nella copertura dei fabbisogni di personale sanitario e socio-sanitario, gli interessi dei lavoratori aventi i requisiti previsti dalle procedure di stabilizzazione, con il legittimo affidamento degli idonei nelle graduatorie delle procedure concorsuali e lo scorrimento delle graduatorie medesime.

Viva soddisfazione del Consigliere Mastacchi per questo voto unanime in favore del personale sanitario.

_______________________________________

  • Per chi volesse commentare questo servizio può scrivere a [email protected]
  • Iscrivetevi al gruppo Telegram di AssoCareNews.it per non perdere mai nessuna informazione: LINK
  • Iscrivetevi alla Pagina Facebook di AssoCareNews.itLINK
  • Iscrivetevi al Gruppo Facebook di AsssoCareNews.itLINK

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *