ancona:-malore-al-passetto,-ma-la-barella-non-riesce-a-passare.-sanitari-a-piedi-per-60-metri-–-centropagina

Ancona: malore al Passetto, ma la barella non riesce a passare. Sanitari a piedi per 60 metri – CentroPagina

ANCONA – Malore alla Seggiola del Papa, paura per una donna di 73 anni. La signora, una grottarola abbastanza conosciuta nella baia cittadina, avrebbe avuto un mancamento. Il fatto è accaduto nella tarda mattina di oggi (7 settembre), attorno all’ora di pranzo, verso le 13. 

Da quanto si è potuto apprendere, la 73enne si apprestava a tornare a casa. Pare che avesse deciso di trascorrere una giornata al mare, in grotta appunto, all’altezza dello scoglio della Seggiola del Papa. Stando a quanto trapela, si trovava con la famiglia. Forse, un capogiro o un abbassamento di pressione improvviso potrebbero essere la causa del mancamento, ma sono in corso accertamenti da parte dei sanitari.

All’arrivo dei soccorsi, i sanitari sono stati costretti a proseguire a piedi

Il malore è avvenuto nei pressi delle grotte numero 92-93. Immediata la chiamata al Nue 112, il Numero unico di emergenza. Da rilevare, però, che la linea telefonica (così come la connessione Internet), in quel punto della baia, non è ottimale.

Ad ogni modo, i bagnanti sono riusciti ad allertare i soccorsi e in una manciata di minuti, in pineta, è arrivata un’ambulanza della Croce gialla di Ancona. I sanitari, scesi in spiaggia, hanno percorso con la barella il litorale, per poi fermarsi, però, a 60 metri dal luogo in cui si trovava la donna, visto che la pavimentazione dissestata, la presenza di ciottoli e il camminamento troppo stretto non consentivano alla lettiga di continuare il tragitto.

Zaino in spalla, gli operatori sanitari hanno raggiunto la paziente, che è stata subito stabilizzata. Acquisiti i parametri e intervenuta anche l’automedica del 118, il medico ha deciso per il trasporto all’ospedale regionale di Torrette con un codice di media gravità.

La donna è stata sollevata su un telo per 60 metri

Per portare via l’anziana – che non riusciva a camminare – i sanitari hanno avuto qualche difficoltà, dato che l’hanno dovuta far stendere a terra sopra un telo (uno di quelli in dotazione alle ambulanze, per intenderci). Dopodiché, l’hanno faticosamente sollevata fino al luogo in cui si trovava la barella.

Barella che ha poi dovuto fare lo slalom (come sempre) tra lettini, asciugamani e pattini lasciati sul bagnasciuga. Ideale sarebbe stato un intervento via mare, benché qualcuno, dalle grotte, ventilasse anche l’ipotesi dell’elisoccorso. Ma a quanto pare l’intervento via mare è stato escluso per le condizioni meteo avverse.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.