ancona-celebra-la-msc-fantasia:-questa-estate-attesi-70mila-turisti

Ancona celebra la Msc Fantasia: questa estate attesi 70mila turisti

Msc Fantasia in arrivo al porto

 

Ancona ha celebrato oggi la stagione di MSC Fantasia con la tradizionale cerimonia di “Maiden Call”. Con una stazza lorda di 138.000 tonnellate, una lunghezza di 333 metri e un’altezza di 67 metri, MSC Fantasia è in grado di accogliere circa 4mila passeggeri. E’ giunta per la prima volta in città lo scorso 10 aprile, farà tappa ad Ancona ogni sabato fino al 4 settembre effettuando 22 scali e movimentando complessivamente circa 7 mila turisti.

Per celebrare MSC Fantasia è stata organizzata a bordo della nave, come da tradizione, la cerimonia marinara del «Maiden Call» alla presenza delle principali autorità e istituzioni cittadine, dei rappresentanti del settore marittimo e del commercio. A fare gli onori di casa sono stati il comandante Antonio Sammartano e la signora Stefania Vago che hanno dato il benvenuto a Ida Simonella, assessore al Porto del Comune di Ancona, in rappresentanza del sindaco Mancinelli e a Carlo Ciccioli, consigliere regionale delle Marche, in rappresentanza del presidente della Regione Marche, Gloria Sandra Allegretto, vice prefetto di Ancona e al capitano di Corvetta Clara Iaselli in rappresentanza della Capitaneria di Porto di Ancona.

Maiden Call

Stefania Vago nell’augurare “buon vento” al comandante e a tutto l’equipaggio di MSC Fantasia ha dichiarato che «è una gioia celebrare oggi l’arrivo di MSC Fantasia ad Ancona, una cerimonia che per noi è motivo di particolare orgoglio e, per questo, desidero ringraziare tutte le autorità e le istituzioni che hanno reso possibile raggiungere questo importante traguardo che consentirà di portare in città oltre 70 mila turisti durante la stagione estiva. Come sapete io e la mia famiglia siamo particolarmente legati a questa città così come lo è MSC Crociere che crede fortemente nello sviluppo del territorio e del suo porto. Tanto da aver presentato un progetto per la costruzione di un nuovo terminal crociere al molo Clementino. Un progetto capace di generare notevoli benefici per il territorio, diretti e indiretti. A tal proposito vorrei sottolineare quanto sia importante che il molo sia dotato di sistemi di cold ironing per consentire l’elettrificazione da terra consentendo di ridurre al minimo le emissioni durante l’ormeggio».

Fabio Candiani, direttore vendite Italia di MSC Crociere, ha dichiarato: «La conferma di Ancona tra le mete delle nostre crociere estive testimonia la centralità del porto dorico nelle strategie presenti e future di MSC Crociere. Dopo due anni complessi finalmente si torna a respirare un’aria di normalità e di questo dobbiamo ringraziare in primo luogo la Regione, il Comune, la prefettura, l’Autorità Portuale, la Capitaneria di porto e tutte le istituzioni che hanno reso possibile la nostra presenza qui».

Ida Simonella, assessore al Porto del Comune di Ancona ha dichiarato: «MSC ha scelto Ancona anche nei momenti più difficili e complicati. Aver garantito la continuità dà alla nostra città una forza nuova. Il passo successivo sarà quello di rendere ancora più stabile la presenza delle crociere con una banchina e un terminal dedicati, un passo importantissimo perché capace di portare lavoro, innovazione e sviluppo compatibile con il territorio e l’ambiente. Saremo sempre al fianco delle istituzioni, di MSC Crociere e del porto perché questa operazione è cruciale anche per creare sviluppo sostenibile e dare una nuova immagine non solo alla città ma anche a tutta la regione».

Carlo Ciccioli, consigliere regionale delle Marche, ha aggiunto: «La presenza di MSC ad Ancona non era così scontata; invece, oggi siamo qui a celebrare l’arrivo di MSC Fantasia grazie ad un lavoro congiunto da parte di tutte le istituzioni e della famiglia Aponte-Vago. Il porto di Ancona è cruciale per il medio adriatico e in questo momento geopolitico sta assumendo un’importanza crescente, il Mediterraneo torna al centro dei grandi traffici mondiali e Ancona diventa quindi uno scalo chiave per servire il centro Europa. Si tratta di un’occasione incredibile di sviluppo per il porto che dobbiamo cogliere tutti assieme».

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.