Colavitto

Torna a vincere al Del Conero l’Ancona. Tre punti preziosi, dopo la sconfitta di Carrara. Questa è l’analisi di mister Colavitto.

“La mia squadra mi è piaciuta molto nei primi 45’ e sino al raddoppio. Dopo invece non mi ha convinto del tutto, avremmo dovuto gestire meglio il pallone. Nella prima frazione avremmo potuto far male diverse volte all’Alessandria anche prima del gol di D’Eramo se avessimo operato delle scelte migliori al momento dell’ultimo passaggio. Ci stiamo lavorando ma ancora non ci siamo. Non era una partita facile. I piemontesi fuori casa avevano infilato una serie di risultati utili anche su campi difficili. Aver vinto con un punteggio largo per noi è importante. Abbiamo 28 punti a due giornate dal termine del girone di andata. Mi pare che siamo in linea con i programmi della società. Vedo i ragazzi molto applicati, per cui sono fiducioso di chiudere bene il girone”. Arriva anche una dedica speciale per una vittoria che mancava dall’impresa di Cesena: “I miei giocatori volevano assolutamente vincere oggi per dedicare questa vittoria ad Alberto Spagnoli. Se lo merita. La sua assenza si sente, grazie all’appoggio dei compagni, della società e dello staff è sbocciato. Sono convinto che vista la sua gran voglia di tornare, lo riavremo quanto prima con noi”. Bravi D’Eramo e Simonetti: “Sono contento per il suo gol, è un ragazzo sempre molto disponibile. Uno che si fa trovare sempre pronto. Sa rendersi utile in ogni modo, la sua duttilità è un valore. Pier Luigi ha giocato con un problema alla mano, è un combattente”.