adriatica-ionica-race,-riccardo-lucca-taglia-in-solitaria-il-traguardo-di-sirolo

Adriatica Ionica Race, Riccardo Lucca taglia in solitaria il traguardo di Sirolo

Il traguardo di Sirolo

 

La quarta tappa di Adriatica Ionica Race, andata in scena quest’oggi sulla distanza dei 164,5 chilometri da Fano a Sirolo ha regalato un’altra favola da raccontare e da conservare nell’antologia del ciclismo. A firmarla è stato il 25enne di Rovereto, Riccardo Lucca (Work Service Vitalcare Videa) che al termine di una lunga fuga è andato a cogliere il suo primo successo in una prova del calendario professionistico. Completano il podio Emil Dima (Giotti Victoria) e Riccardo Verza (Zalf).

La gara a tappe promossa dal Campione del Mondo Moreno Argentin con il supporto delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna e Marche, è giunta oggi per la prima volta in territorio marchigiano regalando grande spettacolo ed emozioni al folto pubblico presente a bordo strada. Filippo Zana (Bardiani), al termine dell’ennesimo e spettacolare scontro frontale con Tesfatsion e Pronskiy con si conferma leader della classifica generale e domani, al via dell’ultima tappa da Castelraimondo indosserà la maglia azzurra Geo&Tex 2000.

Restando nella Riveira del Conero, questa mattina il sindaco di Numana Tombolini ha accolto un gruppo di donne in rappresentanza della Commissione per le Pari Opportunità della Regione Marche che, in occasione della tappa finale della corsa Adriatica Ionica Race, hanno effettuato il percorso in bici elettrica indossando maglie rosa con lo slogan ‘dritte al traguardo per le pari opportunità’contro la discriminazione e la violenza, per sensibilizzare le istituzioni e chi si occupa di sport sulle tematiche della parità di genere.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.