a-fuoco-il-'madame-beach&restaurant':-si-segue-la-pista-del-dolo-–-cronache-ancona

A fuoco il 'Madame Beach&Restaurant': si segue la pista del dolo – Cronache Ancona

MONTEMARCIANO – L’incendio è scoppiato alle 5 del mattino. Trovata una tanica vuota che probabilmente conteneva proprio l’accelerante. Sul posto i vigili del fuoco, carabinieri e polizia di Senigallia

Print Friendly, PDF & Email

Un mezzo dei Vigili del fuoco in servizio (Archivio)

E’ andato a fuoco poco prima dell’alba, intorno alle 5 di questa mattina, il ristorante ‘Madame Beach&Restaurant’, sul lungomare di Marina di Montemarciano.

Un incendio che però ha tutte le carte per sembrare di origine dolosa.

Poco prima dell’alba, dunque, una coltre di fumo nera è stata notata da chi si trovava a passare nella zona per andare al lavoro e che ha chiamato subito il Nue 112, facendo intervenire prontamente sul posto, da Senigallia, i vigili del fuoco, i carabinieri della Compagnia e una Volante del Commissariato.

Il rogo ha avvolto una parte del ristorante, dopo che le fiamme sembra siano partite dalla cucina per sprigionarsi anche negli altri punti del locale. Il tutto è avvenuto nel giro di pochi minuti. L’intervento dei pompieri ha però permesso che non venisse completamente distrutta la struttura. Gran parte del locale è infatti in legno e il peggio è stato evitato grazie all’opera di spegnimento.

A far pensare all’origine dolosa, pista seguita dagli investigatori, sarebbe stato infatti il forte odore di combustibile che non sarebbe altrimenti spiegabile all’interno di un ristorante.

Subito avviate le opere di spegnimento, successivamente i vigili del fuoco e i militari dell’Arma hanno trovato, all’interno del ristorante, una tanica vuota che probabilmente conteneva proprio l’accelerante, e che ha reso l’idea del dolo una pista concreta da seguire. Successivamente, sono anche state trovate tracce di gasolio.

Ingenti i danni causati, ancora da quantificare. Il locale è coperto da assicurazione.

I carabinieri hanno dunque avviato le indagini, svolte a tutto campo, per scoprire chi, durante la notte, si sia recato nel locale per darlo alle fiamme. Ristorante che al momento, nella zona avvolta dalle fiamme, è stato posto sotto sequestro in modo tale da poter fare tutti gli accertamenti necessari.

Al momento non vi è alcun sospetto. L’attività, aperta 3 anni fa, non ha mai ricevuto minacce o altro che possa far ipotizzare a una ritorsione. I proprietari, infine, non hanno alcun tipo di debito e il gesto al momento non sembra avere un ‘movente’ specifico.

Il servizio del ristorante in questi giorni cercherà di funzionare in modalità bar, in modo tale da continuare a consentire un servizio, seppur minimo, alla clientela.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.